15 dicembre 2017 inaugurazione della mostra : ” SEGNI ” di Natalia Mazur

Inaugurazione della Mostra d’Arte

Segni” di Monika Natalia Mazur

alla “Morrison Fine Art Gallery”

presso la scuola d’arte “In Form of Art”

Via Montesanto 52, Napoli

15 Dicembre 2017 alle ore 19.30

                                                                                                           

Si inaugura, presso la Morrison Fine Art Gallery, all’interno della scuola d’arte “In Form of Art”, la mostra d’arte “Segni” di Monika Natalia Mazur.

La mostra si aprirà con un vernissage Venerdì 15 dicembre alle ore 19.30 e sarà visitabile gratuitamente fino al 15 febbraio 2018.

Dipingo ciò che vedo intorno a me. M’interessa tutto ciò che è umano, le persone con le loro smorfie, le donne, con le loro corna, me stessa con i segni che mi ha lasciato la vita. Sono partita, appunto, dal rappresentare tutto il mondo che mi circondava e poi ho posato lo sguardo su di me, oggetto di violenza, ma soprattutto soggetto di resistenza. Il mio corpo è fatto a pezzi, in frantumi, incollato, sporcato, ripulito, offeso e abbellito (decorato?), con le mie ferite, le mie cicatrici, segni sulla pelle che raccontano la mia storia e la storia che mi è stata tramandata dalle mie ave. Ognuno di questi segni, sulla mia pelle prima, sulle mie tele poi, sono però anche la storia della forza delle mie lotte, della bellezza di tutte le persone che si confrontano con la propria vulnerabilità per trasformarla in forza. Dipingo su un materiale fragile come la carta, con colori resistenti come quelli ad olio. La carta, violata dai tagli, è incollata su diverse tele cucite tra loro con un filo rosso vivo, rosso sangue, lo stesso sangue che ci scorre nelle vene e ci rende vive, attive, resistenti. Maltratto queste storie di bitume, come la strada, di caffè, come la quotidianità, di cera, per lasciarle scivolare. Riempio di oro e pigmenti le crepe, perché ogni ferita non sia dimenticata, ma anzi, al contrario, per dare valore alle ferite e dare visibilità e consistenza anche a quelle che non sono visibili all’occhio. Ed è così che il mio progetto è una ricerca del bello negli interstizi delle nostre fragilità.

Gli orari di visita della mostra sono i seguenti:

Dal Lunedì al Venerdì

10.00 – 13.00

15.00 – 19.00

Sabato

10.00 – 13.00

Alberto Alovisi