A Milano una bella prestazione per rimanere in corsa scudetto.


La partita contro il Chievo Verona è stata un’emozione fino all’ultimo secondo,palpiti di cuore per il popolo napoletano che a 5 minuti alla fine vedeva la squadra sotto di un gol.E a quel punto la corsa scudetto era finita,con 7 punti di vantaggio ha Juve poteva fare sonni tranquilli e festeggiare un altro scudetto.Invece,la partita si capovolge.Prima il pareggio del polacco Milik che “sverginava” la porta avversaria con un bel colpo di testa su preciso passaggio di Insigne,poi la zampata di Diavara che faceva andare in sollucchero lo stadio San Paolo.Poi la festa,come se si fosse vinto per davvero lo scudetto.
La sofferta vittoria,quindi,mette la squadra ancora in carreggiata,se così possiamo dire.Fatto sta che 4 punti sono sempre 4 punti.Però,mai dire mai.Ora messa da parte la gara col Chievo,si pensa al Milan di domenica prossima.Una partita per certi versi importante per la squadra del signor Sarri,importante perchè bisogna assolutamente vincere e restare in corsa per lo scudetto.Un eventuale pareggio o,peggio ancora una sconfitta chiuderebbe per sempre la questione scudetto.La Juve riceve la Sampdoria che non attraversa un buon momento,la quale purtroppo affronterà una Juve super arrabbiata per come è uscita fuori dalla Champions.I bianconeri sono incazzatissimi a cominciare da signor Buffon,espulso a Madrid quando l’arbitro indicava il discetto del rigore per il Real,poi realizzato da un certo Cristiano Ronaldo(sempre lui).Amen.
Dunque,il Napoli.Battere il Milan e restare in corsa.A Milano sbarcheranno tantissimi napoletani che si stanno organizzando.Verranno tifosi anche dall’Europa,segno evidente che la compagine napoletana suscita simpatia ed emozioni.Ma intanto vi sono dei rumors attorno a Sarri.Resta,non resta.A nostro parere se dovesse fallire anche l’obiettivo scudetto di sicuro avrà i bagagli pronti.Nel mentre ha disdetto il contratto con la casa di Varcaturo,nel Giuglianese.Vuole cambiare abitazione? O percepisce che a fine campionato andrà via?Vedremo.
Intanto,la città napoletana è stata scelta per la seconda volta quale sede del Premio “Football Leader”.A fine maggio 4 giorni di premiazioni ed eventi collaterali.I primi sono sono Seedorf e Ranieri.Lo scorso anno al Royal Continental vennero premiati Zanetti,Capello,Simone Inzaghi,Cavani.Tante televisioni e fotografi.Fu premiato anche Antonello Venditti,grande tifoso della Roma.”Grazie Roma”,ha urlato dopo il trionfo con il Barcellona.Già,il Barcellona.Anche i ricchi piangono.
ELIO GUERRIERO