Aeroporto Internazionale di Napoli Spazio dell’Arte in mostra PEDRO CANO con le sue memorie di viaggio.

PEDRO CANO memorie di viaggio

Aeroporto Internazionale di Napoli SPAZIO ALL’ARTE

primo piano area partenze gennaio | febbraio 2018

Il viaggio personale di Pedro Cano tra le memorie del suo “girovagare”

dalla Turchia all’Egitto, dalla Grecia alle Baleari.

Una geografia affettiva costruita secondo la logica degli incontri e del

ricordo, dove le luci, le atmosfere, la storia e i segreti del Mare Nostrum

diventano parte del viaggio dell’anima dell’artista spagnolo.

PEDRO CANO

Nasce nell’agosto del 1944 a Blanca (Spagna). Studia all’Accademia

San Fernando di Madrid. Nel 1969 si trasferisce a Roma all’Accademia

di Belle Arti, dopo aver vinto il Prix de Rome all’Accademia di Spagna.

Da qui comincia la sua carriera che lo porterà a esporre in alcune tra

le più grandi città del mondo, da Madrid a Beirut, a Lisbona, Amsterdam,

Parigi, New York, Toronto, Bogotà, Salisburgo.

Le sue opere, richieste ed esposte in musei di tutto il mondo, raccontano

un vissuto ricco di lunghi viaggi e importanti incontri, come quello

con lo scrittore Italo Calvino. Tra le sue mostre più importanti, il ciclo

sulle “Città Invisibili” ispirate a Italo Calvino (esposto a Firenze, a Roma e

a Venezia); “Identità in transito” (esposta a Roma e poi a Firenze).

Recentemente “IX Mediterranei”, mostra itinerante esposta a Cartagena,

a Roma, a Treviso e infine al Museo Archeologico di Napoli.

L’11 novembre 2010 è stata istituita a Blanca la Fundación Pedro Cano,

che raccoglie in uno spazio museale circa 2.000 lavori dell’artista, tra i

quali spiccano i noti “Quaderni di viaggio”, preziose testimonianze che

documentano le sue esplorazioni intorno al mondo.

L’artista è membro dell’Accademia Reale di Belle Arti di Santa Maria

Arrixaca, e il 23 gennaio 2013 è stato insignito da Papa Benedetto XVI

della prestigiosa carica di Membro Ordinario della Pontificia Insigne

Accademia di Belle Arti e Lettere dei Virtuosi al Pantheon, per la Classe

dei Pittori e Cineasti ed è stato insignito dal re Juan Carlos della

“Encomienda de Nùmero de Isabel la Catòlica”.

LA MOSTRA

Da gennaio a febbraio 2018.

Si svolge nello SPAZIO ALL’ARTE primo piano, area partenze

dell’Aeroporto Internazionale di Napoli.

È organizzata dell’Aeroporto Internazionale di Napoli in collaborazione

con la Fundación Pedro Cano e ideata dallo Studio Eikon di Napoli.

Sono 40 riproduzioni di opere realizzate da Pedro Cano durante i suoi

viaggi dal 2004 al 2015.

Tra i luoghi riprodotti Atene, Meknes, Patmos, Palmira, New York, Leros,

Libia, Damasco, Gerash, Ait Ben Haddou, Roma, Pompei, Ragusa,

Matera, Cuma e, ovviamente Napoli.

La grandezza delle opere varia da 40×40 cm a 150×100 cm.

Sono disposte su 16 pannelli sorretti da strutture in acciaio corten più un

pannello introduttivo di 11m x 2m.

Durante l’inaugurazione sarà consentito parcheggiare gratuitamente nel

Parcheggio Multipiano.

Pedro Cano ha inoltre illustrato Agendo 2018 – in viaggio un’iniziativa di

Gesco edizioni, realizzata con il sostegno diGesac S.p.A.

Alberto Alovisi