AL MASCHIO ANGIOINO LA GIORNATA INTERNAZIONALE DELL’EPILESSIA.

> IL MASCHIO ANGIOINO SI ILLUMINA DI VIOLA
IN OCCASIONE DELLA GIORNATA INTERNAZIONALE DELL’EPILESSIA

>
> Napoli, 9 febbraio 2019 – È in occasione della Giornata Internazionale
dell’Epilessia (11 febbraio) che la Lega Italiana contro l’Epilessia
(LICE) organizza a Napoli importanti iniziative di informazione e
sensibilizzazione su una delle patologie neurologiche più diffuse: oltre
500.000, infatti, le persone colpite solo in Italia, mentre i casi
registrati nel mondo sono circa 65 milioni.

> • Lunedì 11 febbraio, a partire dalle ore 20.00, il Castello Maschio
Angioino “cambierà colore”: lo storico monumento di Piazza Municipio verrà
illuminato di viola, simbolo dell’epilessia. L’iniziativa, organizzata da
LICE, ha come obiettivo quello di accendere una “luce speciale” contro le
false credenze e contro lo stigma.

> • Nella stessa piazza, sit-in divulgativo organizzato dal personale
del Centro dell’Epilessia dell’A.O.U. Federico II di Napoli
insieme ai volontari dell’Associazione “Vivi l’Epilessia in
Campania”. Prevista la distribuzione di materiale informativo.

> “L’epilessia è ancora una malattia stigmatizzante, attorno alla quale
c’è pregiudizio ed ignoranza – ha affermato Leonilda Bilo, Coordinatore
LICE per la Macroarea Campania e Molise, Responsabile del Centro
dell’Epilessia – Centro di Riferimento della Regione Campania, U.O.C. 
Clinica Neurologica – Centro Epilessia D.A.I. Testa-Collo A.O.U. Federico
II, Napoli -. Sono ancora molte le persone che ritengono erroneamente che
l’epilessia sia una malattia rara oppure una malattia mentale. E ancora
che non si possa guidare, fare sport e, nel caso della donna, che questa
abbia difficoltà a concepire o che le venga vietato di allattare. Tutto
ciò è dovuto alla scarsa conoscenza. Per questo LICE, insieme alle
Associazioni di Pazienti, è da sempre impegnata ad aumentare l’awareness
su questa patologia e ad insegnare a non averne paura. Iniziative come
quelle organizzate in occasione della Giornata Internazionale
dell’Epilessia risultano, dunque, fondamentali per perseguire questo
obiettivo.”

 

ORAZIO MARCELLO PUCCIARELLI