Al San Paolo arriva il Milan : da non sottovalutare.

Dopo la sosta per la Nazionale,domenica riprende il massimo campionato di calcio,ma già sabato sera alle 20,45 c’è il Napoli di Sarri che affronta il Milan di Montella che ha tanta voglia di risalire la china,epperciò gli azzurri non dovranno sottovalutare siffatta partita.Guai.Ma pensiamo che Sarri lo sa perfettamente,ma in campo vanno i giocatori.Un incontro,quindi,tutto da seguire con attenzione,il Milan viene al San Paolo non certo per fare turismo,anzi viene proprio per cercare di fare partita,cioè addirittura di vincerla,ne va di mezzo il posto di Montella,difatti la sua panchina è un pò traballante,ma lui si dice tranquillo e va avanti per la sua strada.

Un campionato,comunque,molto interessante,con squadre distanziate di poco,alle spalle degli azzurri v’è l’Internazionale di Spalletti,la quale pur non giocando in modo spettacolare,si trova però lo stesso nei quartieri alti della classifica,il suo è un gioco pratico e cinico,con un attacco che non è secondo a nessuno.La compagine neroazzurra,domenica riceve l’Atalanta,squadra non certo cadaverica,ma l’Inter scende in campo sempre con la mentalità di vincere,come ebbe a dire tempo fa proprio Spalletti.Per quanto concerne la Juve,che sta recuperando,gioca fuori casa contro la Sampdoria,compagine tosta e motivata.Infine c’è il derby della Capitale,una partita ad alta tensione,come ovvio che sia.Mobilitale le forze dell’ordine.
Bè,che dire della disfatta della Nazionale contro la Svezia?Certamente è un dramma sportivo a tutti gli effetti,le lacrime di Buffon a fine partita,rappresentato un pò il malumore e la delusione del popolo italiano.Ora la strada è tutta da rifare,in giro purtroppo non vedo giovani talentuosi e il ricambio appare problematico,ma intanto bisogna andare avanti.Lo stesso Buffon,Barzagli,De Rossi hanno già dato l’addio alla Nazionale,ma altri come la riserva Astori andrebbe proprio cacciato a calcio nel sedere,giocatore tanto modesto quanto semisconosciuto.
ELIO GUERRIERO