Al Teatro Instabile il secondo incontro d’arte dedicato a Picasso nell’ambito della rassegna Picasso, L’Amore e L’Eros

 

Al Teatro Instabile il secondo incontro d’arte dedicato a Picasso
nell’ambito della rassegna Picasso, L’Amore e L’Eros
sabato 2 dicembre ore 11.00-13.00

TIN – Teatro Instabile Napoli, vico del Fico al Purgatorio 38 – Napoli

Proseguono gli incontri d’arte dedicati a Pablo Picasso, a 50 anni dalla sua morte. Sabato 2 dicembre ore 11.00-13.00, al Teatro Instabile di Napoli, nell’ambito della rassegna Picasso, L’amore e L’eros, interverranno Antonio Gasbarrini con L’energia orgonica di Wilhelm Reich nella vita e nell’arte erotica di Pablo Picasso; Miroslava Hajek in La sublimazione dell’eros; Giorgia Palombi nel reading Picasso! Picasso! Picasso!; l’associazione Sfera Ovale con una performance di danza contemporanea. La rassegna, diretta da Mario Serra, con il coordinamento degli incontri di Olga Scotto di Vettimo, è organizzata dall’associazione Itinerarte, da sempre impegnata nella diffusione e fusione tra le differenti discipline dell’arte e dello spettacolo. Durante l’incontro d’arte sarà possibile visitare la mostra, dall’omonimo titolo, con 20 opere di piccolo formato dell’artista Mario Serra e una riproduzione dell’opera Donna allo specchio: un mosaico realizzato da Raffaella Savastano, grazie a un’operazione di riuso degli scarti della lavorazione ceramica.


Antonio Gasbarrini in L’energia orgonica di Wilhelm Reich nella vita e nell’arte erotica di Picasso

In pochi altri artisti – com’è avvenuto per Pablo Picasso – il vissuto personale erotico si è fuso e diffuso nelle sue opere tratteggiando l’identikit di un autentico “divoratore di donne” e di certo un uomo in perenne instabilità affettiva. Le sue molteplici esperienze praticate nei bordelli sin da giovane, anche per studiare dal vero il nudo femminile, trovano la loro massima espressione artistica nel capolavoro Demoiselles d’Avignon (1907). La super energia erotica picassiana è esteticamente trascesa nelle grafiche di “Raffaello e la Fornarina” e “La Maison Tellier” (1968-1972). Iper-sessualità riletta alla luca delle ricerche di W.Reich, approdate nella scoperta della particella cosmica bio-energetica dell’ “orgone”.


Miroslava Hajek in La sublimazione dell’Eros

L’Origine del mondo di Gustave Courbet è stato un dipinto controverso a causa del realismo con il quale l’artista ha interpretato il nudo. In un certo senso l’intera opera di Picasso, che denota una forte carica erotica, in qualche modo si collega a questo dipinto. Lì forse possiamo individuare l’inizio della ricerca estetica di Picasso verso la sublimazione dell’energia sessuale, poiché tutto il suo percorso artistico fu ispirato da un impulso sensoriale: «Tutta l’arte è erotica» sostiene Picasso, ma intanto persegue la trasformazione dell’erotismo in una esperienza trascendentale.

Giorgia Palombi nel reading Picasso! Picasso! Picasso!

Una proposta di testi poetici di chiara impronta surrealista, scritti da Pablo Picasso a partire dal 1935, scelti dall’attrice tra quelli in cui si coglie un riferimento a momenti d’amore e a dediche al corpo della donna amata. I titoli delle poesie sono delle date (ad esempio 3 novembre 1935), e ci restituiscono elementi autentici della vita sentimentale e creativa di Picasso in quel periodo. La lettura dei frammenti poetici sarà scandita quindi dalle connessioni temporali che ci parlano delle donne della sua vita, in particolare di Dora Maar, eccezionale fotografa e artista, che soffri e pagò molto cara la sua relazione con Picasso: la conclusione del suo rapporto con l’artista significò anche la fine della sua capacità di essere un’artista.

Sfera Ovale in una performance di danza contemporanea

Come una sorta di tela da indossare, il costume realizzato da Annalisa Ciaramella, ispirandosi ai bozzetti originali di Picasso, sarà il filo conduttore di tre differenti interpretazioni di danza contemporanea. Dopo Il primo incontro, l’abito di scena passa a Sfera Ovale, che darà la sua trasposizione coreografica con una performance su musiche di Salvatore Sciarrino, coreografie e danza di Sabrina D’Aguanno.


Info: whatsapp al numero +39 366 8711689