ANDY LUOTTO OSPITE A CASA CASOLARO.

Grande evento a “Casa Casolaro”: ospite lo chef italo-americano Andy Luotto

Nella cucina di “Casa Casolaro”, presso la sede al CIS di Nola (isola 8) si è assistito ad un cooking-show d’eccezione: lo chef Andy Luotto, in compagnia di altri due chef, ha presentato la sua linea di piatti in edizione limitata, realizzata  in collaborazione con Vulcania, azienda senese in attività da oltre 100 anni.

Lo chef italo-americano, o come preferisce definirsi “cuoco”, è stato affiancato dallo chef Alessandro Cretella e dal prof.Chef Gaetano Zelante. Per l’occasione sono stati cucinati “a sei mani” ottimi piatti che rispecchiano il nostro territorio: come dichiarato dallo stesso Luotto “venire a cucinare al Sud è sempre una sfida! Qui le persone amano la buona tavola, si riuniscono in quella ottima abitudine che è il pranzo della domenica, e sanno bene come scegliere ingredienti di grande qualità”.

Come antipasto è stato preparato una fresca “Tartare di Manzo con zest di agrumi su fondo di Bloody Mary”, aromatizzata al Rum, condita con olio sale e pepe. Molto leggera, dal gusto quasi estivo, ha deliziato i moltissimi presenti in studio. Un secondo antipasto, quasi un piatto unico vista la ricchezza di ingredienti, è stata la “Zuppa di fagioli con friarielli, salsiccia e crostini croccanti”. Un piatto dal sentore invernale, molto gustoso e piacevole, che ha riscosso interesse da parte del pubblico. In abbinamento agli antipasti è stato servito un ottimo “Trenapioli”, un asprino d’aversa DOC metodo Martinotti Brut da vigneti d’alberata, prodotto dalla rinomata Cantina Salvatore Martusciello (Pozzuoli).

Gli chef,per il primo piatto sono andati sul classico, ma con un tocco di grande gusto e originalità: uno “Spagotto” alla Amatriciana. Il formato di pasta, dal nome curioso e accattivante, è una new-entry della Azienda “Masserie del Salento” pastificio a Nardò (Lecce): formato scelto personalmente dallo chef Luotto, si presenta come uno spaghetto più spesso, simile ad un bucatino, che mantiene molto bene la cottura e dona un tocco particolare ad ogni piatto. In abbinamento a questo ottimo primo piatto, un rosso “Ottouve” sempre dell’Azienda Vinicola Martusciello.

Come secondo, gli chef hanno presentato un morbido arrosto su letto di verdure e frutta rosolate, accompagnato da una birra “Elefante Bianco”, dal colore ambra-oro e dal gusto piacevolmente deciso, prodotta dal Micro-Birrificio artigianale OKOREI di Mariglianella (Na).

Una mattinata molto divertente, con ottima cucina e ottimo bere, in compagnia dei numerosi ospiti invitati dalla padrona di Casa Casolaro, Mariavittoria Casolaro, presentatrice di questo evento, trasmesso anche in diretta su Facebook, che non ha nulla da invidiare ai rinomati show di cucina dei grandi network.

 

Fulvio Mastroianni