CANOVA AL MUSEO ARCHEOLOGICO DI NAPOLI.

 

 

Continua con crescente afflusso di visitatori , la grande mostra dedicata a  CANOVA al Museo Archeologico di Napoli. Una mostra, questa, che insieme alle altre mostre che sono in atto nella bella Napoli, sta attirando visitatori da tutto il globo.

“Canova e l’antico”, la grande mostra dedicata al grande maestro neoclassicismo al museo Archeologico Nazionale di Napoli  articolata su due piani del Museo, presenta tutta la produzione artistica,,dal gesso, ai marmi, al dipinto, al disegno: oltre 110 opere provenienti da tutto il mondo, tra cui capolavori celebri  quali “Le Tre grazie” “Amorino Alato”, “Ebe”, “La Danzatrice con le mani sui fianchi” dall’Ermitage di San Pietroburgo  che vanta la più ampia collezione canoviana al mondo.  E proveniente da Kiev, l’imponente statua, alta quasi tre metri, raffigurante “La Pace”,  e “l’Apollo che s’incorona” del Getty Museum di Los Angeles. 

Una mostra di capolavori di prim’ordine, un percorso affascinante, che solo al museo napoletano era possibile ospitare.  

Canova a Napoli, giunse a più riprese, per ammirare le bellezze della città, le antichità Pompeane, ercolanesi e di Paestum, e scrive della città nel secondo “Quaderno di viaggio” “per tutto sono situazioni di Paradiso”.

Come ha ricordato Paolo Giulierini, direttore del Mann. “Non poteva che celebrarsi qui una mostra su Canova e l’antico. Qui c’è la genesi e la fonte d’ispirazione del maestro di Possagno. Una mostra che sarà epocale per Napoli”

Previsti visite e laboratori di fotografie per bambini e famiglie a  cura del servizio educativo del MANN  e Didattica dell’Arte dell’Accademia di Belle Arti. 

La mostra, inaugurata il 28 marzo 2019 alla presenza del Governatore della Campania, Vincenzo De Luca e dell’Assessore alla Cultura ed al Turismo del Comune di Napoli, terminerà il 30 giugno 2019.
DORA  CHIARIELLO