CENA SUL MARE CON “PASSAPORTO”

CENA SUL MARE CON “PASSAPORTO”

 

Un passaporto per la Cina. Strutturato come un documento oversize, con la copertina rossa su cui sono impressi a  caratteri oro 14 stelle e un drago imperiale, il libro “Cina – Passaporto” di Nicola Rivelli –  scrittore alla sua prima opera assieme alla compagna Sofia Wu – è stato protagonista di una presentazione affollatissima (malgrado la temperatura torrida) condotta da Antonio Galdo, dagli autori, dall’ editore Franco Liguori e svoltasi al Museo Filangieri in via Duomo a Napoli.  Dopo la manifestazione, un plotone di amici dell’imprenditore napoletano – che vive una seconda giovinezza come affermato scultore nel paese del Sol Levante – si è diretta nella residenza della famiglia Rivelli sulle colline posillipine per festeggiare il successo dell’originale volumetto. Ed, effettivamente, molta curiosità e non poche domande ha suscitato “Cina – Passaporto”  che ha consacrato il successo di Nicola Rivelli come artista dal multiforme talento, titolare di un’accorsata e personale galleria a Pechino dove è molto apprezzato e da cui parte per partecipare a esposizioni di livello internazionali: stavolta si ripresenta in terra di Partenope nelle vesti di acuto osservatore di usi e costumi orientali, che riporta sulle carta intuizioni e  divertenti “istruzioni per l’uso della Cina”  per consigliare a chiunque ci vada per la prima volta come regolarsi di fronte ad abitudini strane – per non dire singolari – in cui ci si può imbattere.

Dopo un fresco aperitivo a braccio – servito da uno stuolo di attenti camerieri supervisionati da Oriana “Cookie”Rivelli, Randa Ghattas e dai due autori del libro che hanno accolto gli ospiti – l’atmosfera della serata è stata superlativa, allegra e  punteggiata da tante risate dei numerosissimi amici di vecchie comitive, felici di ritrovarsi insieme e di confrontarsi dopo anni di lontananza: in effetti, Nicola  ormai vive per la maggior parte del tempo nella terra dell’antico Catai e fa spesso viaggi di lavoro all’estero ma torna sempre -per una “toccata e fuga” oppure per soggiorni di mesi – nella sua amata Napoli, nella sua Posillipo, nella sua villa a picco sul mare. La suggestiva residenza “Grotta Marina” è stata varie volte un set cinematografico (ad esempio, per il film italo americano “The Grotto” interpretato dal figlio attore di Nicola e Randa, Mario Khalil jr) e, recentemente, anche scenario di una fiction ambientata sulle favolose Terrazze a mare: proprio su queste panoramicissime balconate Nicola e Sofia hanno cenato facendo onore allo squisito buffet in gran parte preparato dall’inarrivabile mamma Cookie, chiacchierato fino a notte fonda, scambiandosi aneddoti e battute, con gli amici colpiti da ammirazione e curiosità per gli scintillanti Cosmic Bullets . Difatti, in una sala che offre un magnifico colpo d’occhio, con uno studiatissimo “effetto speciale” creato dall’immaginifico artista, i globi dorati che Rivelli ha forgiato (attribuendo ad ognuno il nome dei vari mali che affliggono il genere umano) erano stati disposti in modo scenografico su grandi piedistalli ricoperti di velluto nero,  come un esercito di alieni dalle teste sfolgoranti in processione ieratica. Tra notai, imprenditori, giornalisti, avvocati e tanti personaggi della Napoli bene, visti il Console onorario di Bulgaria avvocato Gennaro Famiglietti, Luigi d’Angelo, Stefano e Adriana Greggi, Tullia Gargiulo, Achille Eugenio Lauro, Gloria Alongi, Elvira Grimaldi con le figlie Annagaia e Alessandrina e la nipotina Elvira Morgana, il presidente del Circolo Tennis di Napoli Riccardo Villari, il notaio Claudio De Vivo con la moglie Antonella, il fantasista Mister Angie (al secolo Angelo Fedele) che ha incantato la platea con i suoi originalissimi giochi di prestigio, la curatrice delle mostre di Rivelli Carla Travierso, Franco Rendano, il gioielliere Gigi De Simone, la scrittrice Januaria Piromallo, il giornalista Pasquale Esposito con la moglie Gabriella Marotta, Ada Vittoria Baldi, l’ex presidente del circolo La Staffa Franco Abbondanza con Serenella Bonito Oliva, Emma e Giannantonio Garzilli, Antonio Leccisi, Barbara Lambrecht art designer by Barlumi, il commercialista Stefano Varini, Massimo e Maria Dea Caputo, Massimo Garzilli, Anna Corsicato col marito Eugenio Ventura e la figlia, Massimo e Giovannella Fragola, Sergio Sangiovanni, Chiquita e Guido Gentile, Giovanna Torcia.

 

 LAURA   CAICO