cìComune di Napoli: sottoscritto contratto Napoli Servizi.

Assessore Panini: “Sottoscritto il contratto tra Comune di Napoli e la Napoli Servizi. Garantite tutte le attività e la piena occupazione per i circa 1700 dipendenti della società partecipata”

 

La giunta Comunale, ha approvato, a firma del Sindaco e degli Assessori Borriello Calabrese del Giudice Gaeta Palmieri Panini Sardu la delibera con la quale il Comune riaffida alla Napoli Servizi, per la durata di un anno rinnovabile, tutte le principali attività strumentali all’Amministrazione, già svolte precedentemente dalla società partecipata.

 

Tra le attività riconfermate, secondo le valutazioni di congruità fatte dai dirigenti, ciascuno per le materie di propria competenza,

ricordiamo: la gestione e la valorizzazione del Patrimonio Comunale, le attività di pulizia degli immobili, i servizi di supporto all’infanzia e all’istruzione primaria e secondaria, i servizi di supporto alla viabilità e sicurezza stradale, attività di pubbliche affissioni, attività di assistenza ai disabili e i servizi di igiene e decoro urbano presso parchi pubblici, aree a verde attrezzato, mercati e cimiteri in affidamento.

 

Con questa nuova sottoscrizione cambia la logica del rapporto contrattuale con la società, che passa dalla forma di contratto a Ribaltamento Costi (che prevedeva il rimborso delle spese sostenute per le attività svolte dalla società sulla base dell’approvazione di un budget preventivo e di una rendicontazione periodica dei costi

sostenuti) alla formula di contratto a Prestazione (che prevede un corrispettivo annuo per le prestazioni che la società dovrà svolgere sulla base di un disciplinare professionale e di un piano di lavoro delle attività continuative e periodiche).

 

“Con la sottoscrizione del contratto alla Napoli Servizi” dichiara l’Assessore al Lavoro Enrico Panini “l’Amministrazione riafferma la strategicità della sua partecipata, ne conferma l’npianto e apprezza i livelli di efficacia raggiunti nella maggior parte dei servizi da essa offerti. Garantiamo, dunque, il proseguimento di tutte le attività e la piena occupazione per i circa 1700 dipendenti della società”.

ALBERTO ALOVISI