Dopo lo Shakhtar il Napoli pensa alla partita con l’Udinese.

Dopo la Champions il Napoli pensa alla trasferta di Udine
Il bellissimo gol di Lorenzino Insigne ha aperto le porte al successo largo contro gli ucraini dello Shakhtar davanti a un pubblico ridotto a 10mila tifosi.Una vittoria però che non garantisce il passaggio al turno successivo,infatti il Napoli di Sarri deve battere ad ogni costo gli olandesi del Feyenoord il prossimo 6 dicembre in trasferta e,sperare che il grande Manchester City batta proprio il forte Shakhtar sempre il 6 dicembre.Quindi,a questo punto la qualificazione dipende dalla gara tra lo Shakhtar e gli inglesi.Nonostante la sconfitta l’allenatore della compagine ucraina Mister Fonseca dichiara che sarà proprio la sua squadra a passare il turno,ed intanto ha fatto i complimenti al Napoli.Però,diciamolo,nel primo tempo gli ucraini hanno giocato veramente bene arrivando davanti a Pepe Reina sfiorando il gol che avrebbe messo ko l’undici di Sarri.
Poi per fortuna le cose sono cambiate quando il talento di Frattamaggiore nel secondo tempo ha indovinato quella traettoria che “sverginava”la porta ucraina.Dopo il bel gol gli avversari non hanno capito più niente e venivano infilzati ancora 2 volte e l’entusiasmo sugli spalti si faceva sentire.Contento naturalmente Sarri,ma soprattutto i giocatori.Nel mentre vince ancora il Manchester per 1-0 contro il Feyenoord,che rimane fanalino di coda.
Bene.Chiusa la parentesi internazionale,il Napoli pensa alla trasferta di Udine.Gli azzurri,come giusto che sia,contro l’Udinese vorranno vincere per restare in testa alla classifica,ma non sembra così facile vincere,i friulani in casa infatti sono piuttosto tosti e motivati.Ma ciò non è un problema per la banda partenopea,il motto è vincere comunque per rimanere capintesta.Alle spalle v’è un’Inter per davvero competitiva per la volata finale,Spelletti sta facendo un ottimo lavoro come del resto Sarri.I neroazzurri giocano contro il Cagliari,partita che non dovrebbe avere storia.Anche la Juve ha una gara facile,il Crotone è una squadra cadaverica e la Juve non può permettersi di fare ancora un passo falso.La Juve è sempre la Juve.E proprio Napoli-Juve si sfideranno il Primo dicembre,e quella sarà una gara che potrebbe significare qualcosa di importante.Ne riparleremo.
ELIO GUERRIERO