MOSTRA FOTOGRAFICA ” ARCHIVIO CARBONE ” ALL’AEROPORTO DI CAPODICHINO,

L’aeroporto di Capodichino in veste di Museo d’arte fotografica

Si è inaugurata  e,terminerà a  fine di Settembre, la mostra fotografica “L’Aeroporto di Napoli nelle immagini dell’Archivio Fotografico Riccardo Carbone”;

La mostra è allestita nella zona imbarchi al primo piano della struttura aeroportuale. luogo  scelto ad hoc  perché di transito per i passeggeri in partenza e per gli eventuali accompagnatori.

La straordinaria quantità di immagini raccolte nell’archivio, che ne comprende circa 500.000 , racconta la storia dell’aeroporto in numerosi scatti..

Per la mostra, tra le tante foto a disposizione,  ne sono state scelte, una ventina tra le più significative che immortalano momenti importanti della storia, non solo dell’aeroporto, ma anche della città. Per citarne qualcuno, la visita del Generale dell’Esercito Americano Dwight Eisenhower nel 1952;  Frank Sinatra; Renato Carosone nel 1957; Gigliola Cinquetti, impegnata nelle riprese del film “Dio come ti amo”;   la visita del Presidente Americano Lyndon Johnson e del cantante, Aurelio Fierro.

 Per la consultazione completa delle fotografie, è  possibile farlo  visitando il sito internet www.archiviofotograficocarbone.it

Il progetto per la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio dei negativi è  dovuto alla “Associazione Carbone onlus”, nata nel 2016, con l’apporto tecnico della società Regesta.exe che si occupa della digitalizzazione.

 

Presenti alla giornata inaugurale la Vice-Presidente dell’” Associazione Riccardo Carbone” Letizia del Pero, e il Chief Operations Officer della Gesac, l’ente che gestisce l’aeroporto, Alessandro Fidato.

La Vice-Presidente ha sottolineato nel suo intervento : “ perla straordinaria quantità di negativi in possesso e per la loro salvaguardia, abbiamo lanciato la campagna “adotta un servizio fotografico”, per far conoscere e, se possibile far amare, cosa c’è in questo grande archivio”. Un ringraziamento è rivolto alla GESAC, ha concluso , Letizia Del Pero, che ha “ adottato “ parte dell’archivio, in modo da farlo conoscere, si può dire, a tutto il mondo “

Alessandro Fidato, Chief Operations Officer di Gesac, ha concluso dicendo : “ l’impegno della Società è quello di favorire tutti questi eventi che possono avvicinare la Città. I suoi abitanti ed i tanti passeggeri in transito e  farli “ godere “ di questi preziosi patrimoni  culturali“.

Fulvio Mastroianni