Napoli batticuore, ma non molla.


Un finale emozionante dove il Napoli porta a casa i 3 punti,contro il Chievo succede quello che non ti aspetti,prima un rigore sbagliato di Mertens,poi addirittura il vantaggio del Chievo Verona ad opera di un certo Giaccherini(proprio lui,un ex,non compreso da Sarri),che mette a segno un gol molto bello,ove nulla poteva fare Reina.Ed eccola la frittata,stadio ammutolito e tifosi in “depressione”.A quel punto,ormai tutti stanno pensando che la corsa per lo scudetto termina lì,infatti colla sconfitta i punti dalla Juve diventano ben 7.Manca poco alla fine della partita,5 minuti più il recupero.Il Napoli attacca,preme,ed arriva il pareggio del polacco Milik di testa.Un boato.Lo stadio si rianima.Anche nei bar ci sono tifosi che seguono attentamente le ultime fasi della gara.Eccolo,Kawarà(cioè quasi l’ultima ruota del carro),fin lì la sua una partita assai mediocre.Eccola,la zampata.Riceve palla e azzecca il tiro che si infila alle spalle del portiere.Il boato è più forte ancora.E’finita.Con grande sollievo di giocatori e tifosi.
Certo,però,una squadra che vuole vincere lo scudetto,giocare in quel modo è per davvero squallido e mediocre.Non si fa così.Il signor Sarri ha commesso degli errori.Milik,ad esempio,andava schierato fin dal primo minuto,il polacco dopo il secondo grave infortunio ha saputo aspettare e pazientare,già contro il Sassuolo aveva fatto vedere ottime cose,dimostrando di essere fisicamente a posto,quindi Sarri aveva il sacrosanto dovere di farlo giocare subito contro il Chievo.Ciò non è successo,buon per Sarri che proprio Milik ha avviato la squadra al successo con il Chievo.
Sofferenza,certo,ma alla fine il Napoli vince e tallona ancora la Juve.Intanto,però,domenica gli azzurri vanno a Milano per affrontare la squadra di Gattuso.Una partita delicata che potrebbe indicare il futuro per la corsa allo scudetto.Dovesse perdere,allora a quel punto il sogno scudetto andrebbe a farsi friggere.La Juve riceve la Sampdoria che non attraversa un buon momento.
Intanto è interessante la lotta tra Lazio,Inter e Roma per 2 posti in Champions.Cadono Inter e Roma,ma vince la Lazio.Nel frattempo,la Fiorentina,dopo la morte di Astori ha vinto sempre,battendo anche la Roma all’Olimpico.
ELIO GUERRIERO