Presso l’Università di Salerno presentata la mappa geologica regionale.

 

 Nell’aula  P1  (Aula magna) – Edificio F3 dell’Università degli Studi di Salerno,  Via Giovanni Paolo II, 132 – FISCIANO (SA) presentata la Mappa geologica regionale, un nuovo strumento per i tecnici del territorio.

 

Fisciano. Continua la presentazione della mappatura geologica del territorio campano. da parte dell  l’Ordine dei Geologi della Campania che hanno   esposto i contenuti e le ricadute professionali della prima carta geologica della regione.

La carta geologica riporta la delimitazione delle aree in cui affiorano i diversi terreni che costituiscono il substrato del territorio regionale.

Erano anni che il mondo scientifico e professionale attendeva un elaborato di sintesi da poter utilizzare come base di lavoro per la gestione del territorio regionale.

“La pubblicazione della carta geologica della Campania ha dichiarato  Egidio Grasso, presidente dell’Ordine dei Geologi della Campania – rappresenta il primo passo per avvicinare il cittadino alla conoscenza del territorio. Il prossimo step sarà quello di integrare la carta con ulteriori informazioni più direttamente utilizzabili dal cittadino come i riferimenti ai geositi ed al geoturismo o quelli dedicati ai collezionisti di rocce, minerali o fossili”

Il tema centrale del convegno, sono state le principali novità della cartografia geologica regionale, sul piano stratigrafico e tettonico; la ricaduta professionale della cartografia geologica in generale sull’attività del geologo o degli altri tecnici coinvolti nella gestione del territorio e, infine, il contributo della cartografia geologica per la valutazione dei rischi.

 

Ad aprire la manifestazione i saluti istituzionali di: Aurelio Tommasetti (Rettore dell’Università di Salerno), Sandro Conticelli (Presidente della Società Geologica Italiana), Massimo Pinto (Direttore Generale per il Governo del Territorio, i lavori pubblici e la protezione civile – Regione Campania), Luigi Stefano Sorvino (Commissario Straordinario A.R.P.A. Campania), Francesco Peduto (Presidente del Consiglio Nazionale dei Geologi), Egidio Grasso (Presidente dell’Ordine dei Geologi della Campania) e Francesco Russo (Coordinatore Commissione APC Ordine dei Geologi della Campania).

 

Intervervenuti al convegno anche  i principali rappresentanti istituzionali, tecnici e scientifici, impegnati, a diversi livelli nello studio del territorio campano, come Sabatino Ciarcia dell’Università del Sannio, Stefano Vitale dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, Domenico Guida – Dipartimento Ingegneria Civile, Roberto Scarpa – Dipartimento di Fisica “E.R.Caianiello”, Albina Cuomo – Dipartimento Ingegneria Civile, dell’Università degli Studi di Salerno, coordinati da Domenico Sessa, tesoriere dell’Ordine dei Geologi della Campania.

“Questa carta nasce dalla necessità di fornire uno strumento – dichiarano Ciarcia e Vitale-  per professionisti, docenti e studenti che sia di facile lettura e che illustri la geologia della nostra regione in modo coerente e moderno”.

Il dibattito conclusivo é stato curato da Egidio Grasso, Presidente dell’Ordine dei Geologi della Campania. 

SALVATORE CANZANELLA