SUCCESSO PER IL CONCERTO DELL’EPIFANIA ALLA MOSTRA D’OLTREMARE DI NAPOLI CONTRO LA XNOFOBIA.

La musica contro la xnofobia ed il razzismo che ancora sussiste per un egoismo umano.

Il tradizionale concerto dell’Epifania trasmesso a Napoli, nel Teatro Mediterraneo della Mostra d’Oltremare, ha segnato una svolta in questi termini: no alla xnofobia – no al razzismo .

Quest’anno,  protagonisti del tradizionale concerto dell’Epifania svoltosi nel Teatro Mediterraneo della Mostra d’Oltremare di Napoli, sono stati il violino utilizzato dall’orchestra femminile del campo di concentramento di AUSCHWITZ e le note del film SCHINDLER eseguite con il famoso violino. proveniente dal Museo Civico di Cremona da ALESSANDRA SONIA ROMANO.

Tra gli altri ospiti del concerto: Djarah Kan, cantante di colore nata a Castelvolturno  che contrasta la xnofobia con la sua voce afronapoletana: Antonella Ruggiero; Francesco da Vinci; Maldestro; Gragnaniello; la ballerina albanese Anbeta Toronani; Tony Maiello, protagonista della prima edizione di “X Factor “.«

ll Concerto dell’Epifania 2019  ha dato, dunque, ampio spazio a giovani artisti, tutti accomunati dalla capacità di utilizzare il proprio talento artistico come mezzo di riscatto e di affermazione. In questo senso,  presenze di Marco Carta, alle prese con un brano impegnato come quello da lui dedicato a sue vicende autobiografiche, di Tony Maiello, protagonista della prima edizione di X Factor e poi autore di successo del celebre brano reso famoso da Laura Pausini II coraggio di andare, di Maldestro, cantautore che si è affermato a livello nazionale partendo dai palazzoni di Scampia, di Giovanni Caccamo, che interpreterà un brano intenso e raffinato come Eterno, di Davinci, cantautore di talento che si è segnalato anche come attore tanto da far parte del cast della celebre serie TV di Gomorra sia nell’ultima trasmessa che in quella di prossima programmazione, di Anbeta Toromani, ballerina albanese approdata alla ribalta di Amici dopo aver studiato a Tirana e in Azerbaijan che danzerà insieme ad Alessandro Macario, di Lazero, scelta dal direttore artistico Claudio Baglioni per partecipare a Sanremo Giovani 2018, ed, infine, con Djarah KanJ, cantante di colore nata a Castelvolturno che contrasta xenofobia e razzismo con la potenza espressiva della sua voce a 
 
Novità della 24esima edizione del Concerto dell’Epifania è stata la partecipazione del maestro Adriano Pennino nelle vesti di arrangiatore e di direttore dell’Orchestra Partenopea di Santa Chiara. La conduzione dello spettacolo ha visto, invece, il ritorno di Veronica Maya, volto noto di Rai Uno. 
«Anche quest’anno crediamo di essere riusciti nell’impresa di proporre un cast artistico di grande spessore qualitativo e, soprattutto, coerente con il concetto di sinfonia popolare al centro della manifestazione» ha affermato Francesco Sorrentino, direttore artistico della kermesse “. 
 
Il Concerto dell’Epifania 2019 è realizzato con il contributo della Regione Campania e del Comune di Napoli. La manifestazione è ideata e promossa dall’Associazione Oltre il Chiostro onlus, prodotta per la RAI dalla Melos lntemational di Dante Mariti in collaborazione con I’Associazione Musica dal mondo. 

 SALVATORE CANZANELLA