UN VUOTO DIFFICILMENTE COLMABILE LA DIPARTITA DI LUIGI NECCO.

Luigi Becco lascia un vuoto che difficilmente colmabile.

 

L’ultima volta che ho incontrato Luigi Necco, è stato dall’Editore Pironti, alla presentazione del libro del comune amico, Avvocato Sergio.

Non aveva perso la sua verve, il suo parlare era sempre uguale e , rimasi colpito che parlasse sempre del futuro e cosa aveva in progetto.

Con Luigi Necco muore un maestro di vita e di giornalismo, Napoli, dopo il Prof. Galasso, piange un grande mentore della cultura.

La Sua inconfondibile voce nella trasmissione 90° minuto mi è sempre rimasta impressa e ogni volta che c’incontravamo glielo rammentava: “ Cosa ormai passata, caro Alberto “ mi rispondeva.

Luigi necco è sempre stato puntuale e pungente Giornalista. Le sue inchieste, con approfondimenti originali, erano un pungolo per tutti..

Con Luigi Necco, parte un pezzo di storia del giornalismo napoletano. Amava fortissimamente questa città, anche se a volta la considerava complessa ed impenetrabile.

Noi di TERRONIANMAGAZIE, lo vogliamo ricordare con il suo simbolo “ il tre “ e il suo sorriso.

Alla famiglia tutta, esprimiamo il nostro affetto ed inviamo sentite condoglianze.

Arrivederci Luigi.

Alberto Alovisi