UNA BELLA REALTA’ AL CORSO SECONDIGLIANO A NAPOLI : ” IL PIZZICAGNOLO “

Ogni cosa ha il suo tempo, sia negli avvenimenti della vita quotidiana, sia nei desideri, che nella conoscenza e quanto altro. Ed oggi c’è una ragione in più per andare al corso Secondigliano e precisamente al civico 247.
Mi spiego: tante volte ho percorso questa strada in macchina, in compagnia di amici, o con il pullman, o con la mia bici, e mai avevo notato “Il Pizzicagnolo”, un bellissimo locale salumeria, frutteria, cucina da asporto o da consumare in loco, un settore specifico di prosciutteria con dei bellissimi prosciutti disposti in bel ordine, come libri preziosi, dove gli inebrianti aromi ti avvolgono appena entri e già comprendi, che ti trovi non in un comune salumificio ma di fronte a qualcosa che da subito ti dimostra la sua diversità, fin quando “Il Pizzicagnolo” non ha organizzato, il bellissimo evento di degustazione (e vengo piacevolmente invitato) con la presenza del maestro Mirko Giannella tagliatore di prosciutti classificato tra i primi tre tagliatori in Italia e già vincitore della seconda edizione della gara di taglio organizzata dal Gambero Rosso.
Un giovane che brilla di eccellenza sia come professionista sia come amante degli autentici e garantiti prodotti gastronomici che accarezza con la sottile lama del suo prezioso coltello. 
Una luce, un faro autentico nel mondo , spesso oscuro ed incomprensibile dei salumi, riguardante lavorazione e stagionatura.
Qui ogni dubbio si annienta per fare posto alla certezza. Ce lo dice prima la mano esperta del maestro, poi l’olfatto aspirando l’intenso ed inebriante profumo dei prodotti di casa Rago successivamente il palato, il quale si inebria e vive la sua apoteosi a contatto con cosi grande meraviglia.
“Il Pizzicagnolo” dei f.lli Battiniello al corso secondigliano 247 è come dicevo un bellissimo locale, dove c’è posto solo per l’autenticità, genuinità, e garanzia dei prodotti in vendita e dove il titolare Pasquale Battiniello e suo figlio Andrea vi accolgono con sincero calore e simpatia e sono a vostra completa disposizione per ogni domanda o informazione riguardante il lato prosciutteria nonchè il loro caseificio dove lavorano una mozzarella (gustata con piacere) dal cuore che palpita di gioia. Una mozzarella viva (basta premerla con il pollice e l’indice e rendersi conto della sua vitalità). Facitevelle nà cammenate! Rimarrete ammirati da tanto prezioso valore gastronomico e doppe ce turnate! Parola d”o masto!
Le degustazioni sono state magistralmente sposate con i vini della cantina: “La Guardiense”
         
           Gennaro D’Aria