cent’anni dalla prima messa in scena del 1921 Rai cultura omaggia il capolavoro del metateatro di Luigi Pirandello. Sabato 8 maggio in prima serata va in onda su Rai5 (canale 23) SEI PERSONAGGI IN CERCA D’AUTORE con la regia di Luca De Fusco

 

 

comunicato stampa

A cent’anni dalla prima messa in scena del 1921

Rai cultura omaggia il capolavoro del metateatro di Luigi Pirandello.

 

Sabato 8 maggio in prima serata va in onda su Rai5 (canale 23)

SEI PERSONAGGI IN CERCA D’AUTORE

con la regia di Luca De Fusco

e l’interpretazione di Eros Pagni

 

Spettacolo prodotto da

Teatro di Napoli-Teatro Nazionale e Teatro Nazionale di Genova

 

 

Sei personaggi in cerca d’autore

Un capolavoro cento anni dopo

A cent’anni dalla prima – e per l’epoca scandalosa – messa in scena dei “Sei personaggi” al Teatro Valle di Roma, avvenuta il 9 maggio 1921, il capolavoro del metateatro pirandelliano che marcò una svolta decisiva nella storia della drammaturgia mondiale torna a vivere negli spazi del leggendario teatro capitolino con la regia di Luca De Fusco e l’interpretazione di Eros Pagni. Lo spettacolo – prodotto dal Teatro di Napoli-Teatro Nazionale  e Teatro Nazionale di Genova – andrà in onda sabato 8 maggio in prima serata su Rai5.

In scena con Eros Pagni, Angela Pagano, Gaia Aprea, Anita Bartolucci, Gianluca Musiu, Silvia Biancalana, Paolo Serra, Maria Basile Scarpetta, Giacinto Palmarini, Alessandra Pacifico Griffini, Paolo Cresta, Enzo Turrin, Carlo Sciaccaluga.

Scene e costumi di Marta Crisolini Malatesta; luci di Gigi Saccomandi; musiche di Ran Bagno; installazioni video di Alessandro Papa; movimenti coreografici di Alessandra Panzavolta.

La regia televisiva è di Marco Odetto; progetto editoriale di Felice Cappa; produttore esecutivo Serena Semprini a cura di Giulia Morelli.

 

«Sei personaggi in cerca di autore è la massima riflessione sulla natura stessa del teatro nella drammaturgia del Novecento e questi sei personaggi che si offrono alla rappresentazione sembrano provenire dal mondo del cinema e chiedere di far sfociare il cinema nel teatro». (Dalle note di Luca De Fusco)