Al Bufala Fest lanciata nuova sfida dell’olio di alta qualità nei ristoranti

 

 

bufalafest_logo.jpg
 
Al Bufala Fest lanciata nuova sfida dell’olio di alta qualità nei ristoranti
In 20.000 gustano le nuove ricette con la bufala protagonista nella serata d’apertura
Domani riflessioni nel “Giardino delle idee”, gusto ai tavoli e Monica Sarnelli e Simone Schettino sul palcoscenico

“Dobbiamo aprire un dialogo forte con il sistema della ristorazione per far comprendere l’importanza di avere sulla tavola di tutti i ristoranti una carta degli oli, come già accade per i vini, e addirittura per l’acqua. I consumatori devono poter accedere a tutta una serie di informazioni corrette, devono saper riconoscere la qualità e gli sforzi produttivi, ricondurre l’olio alle zone di produzione e, perché no, corrispondere il giusto prezzo che una bottiglia di olio merita”. Questa la sfida lanciata dal presidente di Italia Olivicola, Gennaro Sicolo, al Bufala Fest di Napoli che si è aperto con la discussione nel convegno “Quale Evo? Tracciabilità, sostenibilità, gusto e benessere”, ospitato nell’area “Il Giardino delle Idee” alla Rotonda Diaz, nel centro dell’area di via Caracciolo del Bufala Fest.
   Una nuova strada dell’associazione nazionale di produttori dell’olio nel cammino del cibo di alta qualità che il Bufala Fest disegna quest’anno attorno ai 36 stand di gusti legati al latte di bufala che ieri, nella giornata inaugurale, hanno attratto 20.000 persone a godersi nell’ordine il lungomare. Un lavoro continuato nella notte con la perfetta pulizia di via Caracciolo che stasera torna protagonista per la seconda serata da gustarsi dalla mozzarella alla pizza, dai panini gourmet alla pasta con nuovi condimenti come la burrata di bufala. Oggi, domenica 10 luglio, la discussione sarà, alle 19.30, sul tema “La filiera bufalina e gli aspetti di ottimizzazione energetica ad essa collegati”, organizzata con Cia, Confederazione Italiana Agricoltori, mentre domani, lunedì 11 luglio ci sono tre incontri diversi, per altrettante riflessioni. Alle 19.30 si parte con “Dove nasce la farina cresce un Bosco – Il Progetto Green di Agugiaro & Figna Molini”, organizzato in collaborazione con Agugiaro & Figna Molini, a seguire, alle 20.30 “Sostenibilità, il modello Brazzale: vent’anni di primati tra grandi sfide e processi internazionali di sviluppo”, organizzato in collaborazione con Brazzale SpA, mentre alle 21.15 si discute di “F.lli La Bufala e il Forno del Futuro, tra sostenibilità e tradizione”, organizzato con con F.lli La Bufala. Conversazioni sul settore del food con gli esperti, il gusto della serata ai tavoli per 2.500 persone davanti agli stand e con il vento piacevole del mare su via Caracciolo e poi la serata sul palcoscenico che domani sera vedrà in scena musica e comicità con Monica Sarnelli e Simone Schettino.