AL MARADONA DEBUTTA NGONGE CON GOL.

Chi afferma che Kvara è inferiore ad Insigne tutto può capire tranne che di calcio Il goal che ha fatto è di una bellezza rara . Il georgiano non solo ha segnato ma ha trascinato tutta la squadra alla vittoria finale con giocate superbe e con rientri unici come a dire che anche lui sa sacrificarsi per la causa azzurra Se non ci fosse stato lui oggi il Napoli avrebbe perso un’altra occasione per avvicinarsi alla zona Champions League Il giocatore georgiano ha trascinato tutta la squadra ed il pubblico sugli spalti risolvendo con un gollazzo una partita che stava per passare per l’eterno treno perso per un Napoli indecifrabile Primi 65’ minuti ad andamento lento poi il goal di Capuano ha svegliato gli azzurri Uscito Cajuste , inutile acquisto , al  suo posto è entrato Lindstroom che ha sconfessato le parole di DeLa che lo vedeva ala mentre lui è un sostituto naturale dell’ex sostituto Zielinski ed in quella posizione ha giocato bene Ha fatto la differenza quando ha offerto a Ngonge il goal dell’ex e del momentaneo pareggio azzurro . Alla fine però è sempre il fuoriclasse che fa la differenza Kvara dopo aver ricevuto palla a limite dell’area scaligera con un tiro tanto violento tanto preciso uccella il portiere Montipò che fino ad allora aveva dato il meglio di se stesso cacciando la scienza contro il Napoli .

La cronaca

Primo tempo si gioca ad una porta Il Napoli cerca di attaccare ed il Verona eregge il suo muro davanti a Montipò favorito da un Napoli sterile e senza idee La squadra azzurra è lenta e priva degli inserimenti dei centrocampisti Cajuste non , come sempre , in giornata di grazia Lobotka non ha  punti di riferimento e Anguissa si alterna nelle die fasi d’incontrista e mezz’ala Politano è poco ispirato L’unico che dà filo da torcere al Verona è Kvara 6′  Kvaratskhelia premia l’inserimento in area di Di Lorenzo: il capitano azzurro va al cross sul secondo palo e per poco non trova Politano. 7′  Kvaratskhelia scatenato semina il panico in area del Verona: dopo una serie di finte il georgiano cade e chiede il calcio di rigore, per l’arbitro è solo calcio d’angolo. 10’Ancora Kvara . Il georgiano riceve dalla sinistra e calcia col mancino dal limite dell’area: Montipò riesce a deviare in angolo. Ancora e solo Kvara .  Corner dalla destra respinto, dal limite raccoglie Kvaratskhelia che calcia al volo ma trova il grande riflesso del portiere gialloblu, che nonostante avesse la visuale coperta riesce ad abbassarsi all’ultimo e parare. 19′ Kvaratskhelia salta secco Folorunsho e apparecchia al limite per Cajuste: lo svedese però apre il gioco sulla destra dove non ci sono maglie azzurre. Gioca solo Kvara ma non basta Il Napoli non riesce a segnare e sta per essere colpito dal Verona . 22′  Errore in costruzione di Anguissa che regala il pallone a Noslin: l’olandese prova il destro dai 20 metri ma ciabatta la sfera. 34′  Mario Rui vede Montipò fuori dai pali e cerca l’eurogol da centrocampo: palla fuori di molto. 42′ Ripartenza fulminea del Verona: Noslin arriva al cross dalla destra trovando Folorunsho in area che colpisce di tacco mandando fuori. 45′  Verona ancora pericoloso in contropiede: Noslin serve Lazovic al limite che ha tanto spazio e prova il destro a giro, tentativo fuori misura. Il primo tempo finisce qua .  Secondo tempo che ha inizio con il Napoli giù fisicamente ed allungato Questo favorisce il Verona che si rende pericolos in più occasioni . Al 48′ è Gollini show ! Da fuori area Lazovic scarica un destro violento sul primo palo, Gollini vola deviando in angolo. Il Napoli annusa il pericolo è con il Cholito sciupa una grossa occasione 53′  Dagli sviluppi di un corner Juan Jesus centra per Simeone in area piccola: Montipò col piede salva il Verona. 57′ – Folorunsho cerca l’acrobazia: cross dalla destra di Duda e mezza rovesciata del centrocampista ex Bari. La sfera finisce non molto distante dal palo alla destra di Gollini. 58′ – E’ sempre Kvaratskhelia ad accendere la luce nel Napoli: il georgiano entra in area, sterza sul mancino e calcia chiudendo però troppo il compasso. Il Napoli appare privo d’idee e di forza i Verona appare fisicamente migliore . 60′ – Bravissimo Juan Jesus in chiusura a togliere la palla a Folorunsho involato verso la porta. Al 62’ la svolta mazzarriana  Sostituisce Cajuste lento , impacciato e poco reattivo e Politano in giornata no ed inserisce Ngonge e Lindstroom 72′  Verona in vantaggio. Punizione tagliata di Suslov che trova la deviazione fortunosa di Coppola con la spalla. Primo gol in Serie A per il classe ’03. Il Napoli  da bella addormentata nel bosco si trasforma in indiavolato 77′ Imbucata di Lindstrom per Mazzocchi che calcia e trova l’opposizione di Montipò, sulla respinta si avventa lo stesso Lindstrom ma sbatte su un altro super intervento del portiere gialloblu.  79’ Assist  di Lindstrom che trova Ngonge in area, il belga col mancino deve solo appoggiare in rete. Gol dell’ex ed 1 a 1 81′ – Anguissa cerca il goal ! Il camerunese raccoglie una respinta dal limite e incrocia col destro al volo, palla di poco fuori.84’ il Cholito sciupa ancora  Kvaratskhelia serve Simeone in area: da posizione defilata il Cholito prima calcia addosso a Montipò poi sulla respinta mette fuori quando poteva passare ad Anguissa 85′ – Mazzarri gioca gli ultimi due cambi: entrano Raspadori e Dendoncker per Simeone e Lobotka. Ma il goallazzo sta per arrivare Lo fa l’unico fuoriclasse per spessore tecnico ed umano , DeLa gli dovrebbe dare 14 milini non 7 milioni di Euro, che ha il Napoli  Kvaratskhelia riceve al limite da Mazzocchi, guarda un attimo la porta e uccella  Montipò con un destro violento e preciso all’incrocio. Due ad uno E Napoli gioisce . Kvara show che con una pennellata degna del Caravaggio stende il Verona e regala al Napoli una vittoria tanto insperata quanto importante E poi dicono che Insigne è migliore di lui Avrebbe detto il principe , e lui lo era , Antonio de Curtiss : “ Ma mi faccia il piacere “ .

Gollini 7,5 – Finalmente il Napoli ha trovato un portiere Esce trai pali con massima sicurezza sia nel primo che nel secondo tempo Nei secondi 45’ salva due tre occasioni da goal per il Verona . Perfetto

Di Lorenzo 6 – Spinge il giusto nel primo Nel secondo difende la sua zona di campo senza infamia e senza lode

Rrahmani 6 – Ordinaria amministrazione nel primo Soffre nel secondo tempo

Juan Jesus 6,5 – Bravo su Lazarovic nel primo tempo e su Floroushio nel secondo

Mario Rui 5 – Dove è finito il professore di Spalletti Difende la sua fascia ma la difende con nervosismo e poca lucidità

 Dal 52’ Mazzocchi 7 – Entra con una grinta positiva Un suo break da il la al capolavoro di Kvaraggio

Cajuste 5 – Non si capisce che giocatore è Lento impacciato irritante Ma non valeva la pena di tenere a Floroushio ?

Dal 62’ Lindstrom 7,5 – Finalmente messo nella sua posizione ideale come sostituto naturale di Zielinski Finalmente una buona partita con un assist vincente e un tiro che avrebbe meritato miglio sorte.

 Lobotka 5,5 Non avendo punti di riferimento perché nessun giocatore si smarca viene colta da Jorghinite acuta  ! Lento , è la copia brutta del fenomeno di Spalletti Ormai il faro azzurro si sta spegnendo.

 Dall’85 Dendoncker sv..

Anguissa 5,5 – Impacciato lento fastidioso Arruffone ed impreciso Prima si perde Coppola che lo grazia Al 63’ un suo errore può essere letale Era meglio che continuava la Coppa d’Africa

Politano 5 – In giornata no !

Dal 62’ Ngonge 7,5 – Entra e subito segna nel tempio di Maradona Bravo

Kvaratshelia 10 – Chi lo criticava esaltando Insigne è servito Kvaraggio gioca praticamente da solo Indiavolato e pieno di argento vivo impensierisce Montipò in più circostanze All’ultimo respiro della partita caccia dal cilindro una magia Il suo tiro è una pennellata degna del Caravaggio che va ad incorniciare un affresco meraviglioso

Simeone 4 Dispiace ma un bomber di razza deve realizzare quelle occasioni

 Dall’85 Raspadori sv..

Mazzarri 6 Squadra che per .60’ è confusionaria senza idea I suoi cambi gli rendano due goal ed un squadra diversa Del vecchio Mazzarri è rimasto lo spirito delle sue squadre , squadre che non mollano mai fino al triplice fischio per il resto il nulla gioco compreso

Ecco di seguito il tabellino della gara:

Napoli (4-3-3): Gollini; Di Lorenzo, Rrahmani, Juan Jesus, Mario Rui (51′ Mazzocchi); Anguissa, Lobotka (85′ Dendoncker), Cajuste (62′ Lindstrom); Politano (62′ Ngonge), Simeone (85′ Raspadori), Kvaratskhelia. All.: Mazzarri

Hellas Verona (4-2-3-1): Montipò; Tchatchoua, Coppola (86′ Magnani), Dawidowicz, Cabal; Duda (86′ Tavsan), Serdar; Folorunsho, Suslov (81′ Silva), Lazovic (81′ Da Silva); Noslin (59′ Swiderski). All.: Baroni

Arbitro: Piccinini