Alla scoperta dei segreti del Pu’er insieme a Giuseppe Musella

 

Napoli. Un interessante viaggio, puntata dopo puntata, lungo l’affascinante via del tè, insieme al fine esperto Giuseppe Musella, Gix per gli amici, eccellente esecutore dei metodi tradizionali di preparazione delle infusioni di qualità, fondatore di Qualcosa di Tè, primo e rinomato teashop a Napoli (via San Biagio dei Librai, 122), creatore del blog Gixlovestea, canale seguito da una moltitudine di esperti ed appassionati del settore.

Location degli appuntamenti, Yunnan TeaHouse, una sala accogliente e tranquilla, ubicata in un caratteristico cortile del Centro Storico di Napoli, in vico San Pietro a Majella, 6, a pochi passi dall’attigua Piazza Bellini, nei pressi della stazione Dante del metro collinare.

L’incontro sul Pu’er da lui condotto con esaurienti spiegazioni e dovizia di particolari, è stato seguito con grande attenzione dai partecipanti e si è concluso con un altrettanto interessante scambio di opinioni, al termine delle degustazioni, tutte all’insegna della qualità.

“Il Pu’er è probabilmente il tè più misterioso e magico. Conosciuto da centinaia di anni, noto per le sue proprietà benefiche sul metabolismo, per il suo gusto particolare, è pure tra i più ricercati dagli appassionati” – ha evidenziato Giuseppe – “Foreste antiche di alberi da tè e storie di etnie e minoranze etniche che vivono, convivono per il tè: la forza della Natura, la Natura del tè dentro una tazza”.

 

L’esperto ha guidato l’attenta e affascinata platea, partendo virtualmente verso lo Yunnan del Sud, alla scalata di famose montagne, incontrando nel percorso tracciato, contadini e produttori, protettori di una tradizione millenaria che differisce di tribù in tribù, con l’ausilio d’istruttivi documentari, laddove in prima persona si è recato per approfondire la conoscenza della materia.

Da una selezione di tè, davvero notevole, ha preparato personalmente le infusioni che si sono susseguite in un percorso degustativo che, al pari di un viaggio, ha condotto i presenti, di tappa in tappa, alla scoperta delle sfumature di gusto delle produzioni di questa terra di confine che racchiude autentici tesori di gusto nel campo dei migliori tè. 

Un’esperienza sensoriale per pochi, giacché ogni incontro è a numero strettamente limitato.

La lezione – tale si può considerare –  è incominciata con le basi storiche del Pu’er, le informazioni base sulla pianta, le variazioni botaniche, la nomenclatura; quindi, la conoscenza di alberi antichi e alberi vecchi, per passare poi allo Yunnan con le caratteristiche della provincia, delle etnie. Ancora, la lavorazione del tè, iniziando dal raccolto; l’invecchiamento; Shu e Sheng; “crudo o cotto?”: il l Pu’er nel tempo della connessione globale, con l’evoluzione del commercio e la valorizzazione dei prodotti.

Alla scoperta delle sfumature da cogliere e di cui godere, il percorso degustativo è partito da un raffinato Pu’er invecchiato 15 anni, per arrivare, tazza dopo tazza, in un crescendo di sapori e profumi di terre lontane, ai giorni nostri, con l’intensità dei tè giovani e robusti. 

In particolare, ha compreso:

2005 Xiangming Yi Wu Shan Sheng Pu erh

2006 Mengku Dà Xuě Shān Ye Sheng Puerh

2007 Wu Liang Shan Zi Cha “Lan Xiang Gu Yun” Wild Sheng Pu

2008 Nan Zhao Sheng Tai Yuan Cha Sheng Pu’er

2013 Gu Shu Yi Bang Ma Li Shu Zhai Sheng Pu 

2015 SHU PU

2015 Ban Po LaoZhai Nan Nuo Shan Gu Shu

2017 ShengPu Zhang Jia Wan Gu Shu Shengtai

Il prossimo appuntamento, sul Darjeeling, è in calendario domenica 25 ottobre 2020.

Info: Gixlovestea, teablog, 

gixmusella@gmail.com

 VALERIO GIUSEPPE MANDILE