Andrea Sannino canta Renato Carosone

 

Andrea Sannino canta Renato Carosone

Presentato il cd tratto dal musical biografico scritto da Federico Vacalebre.

Alla presentazione hanno partecipato :

Gianni PINTO, Presidente del Consiglio di Amministrazione del Trianon – Viviani, il Direttore Artistico , Marisa LAURITO, i, Federico VACALEBRE, scrittore, Giuseppe CACCAVALE, Produttore, Nello MASCIA, Regista e attore, Rosanna Romano, Regione Campania, Lorenzo HELLENGER, musicista, Claudia LETIXIA ed il protagonista, Andrea SANNINA e la sua magnifica Band.
Un canzoniere di successi, con l’inedito ‘A signora!, prodotto dal Trianon Viviani,

in collaborazione col teatro Augusteo, col sostegno della Regione Campania
In attesa della messa in scena dello spettacolo sull’«americano di Napoli»
Un cd con Andrea Sannino per ricordare musicalmente Renato Carosone.
L’album raccoglie le canzoni più significative di Carosone, l’americano di Napoli,
l’edizione speciale del fortunato musical – scritto da Federico Vacalebre, per la regia di Nello
Mascia – che racconta la storia del grande musicista napoletano.

Lo produce il Trianon Viviani, il teatro della Canzone napoletana diretto artisticamente da
Marisa Laurito, in collaborazione col teatro Augusteo, grazie a un progetto inserito nella
programmazione strategica della Regione Campania e finanziato con il Programma operativo
complementare della Regione Campania (Poc Campania 2014-2020).
Quattordici i brani in programma. In questo canzoniere, accanto agli immancabili successi
di Tu vuo’ fa’ l’americano, Torero, Maruzzella, Caravan petrol, Pigliate na pastiglia e ‘O sarracino,
è inserito anche un inedito carosoniano, ‘A signora!. «Renato la scrisse nel 1993, un anno dopo
dell’uscita al cinema di Basic instinct – spiega Vacalebre, biografo ufficiale del cantapianista che
ha curato anche la direzione artistica dell’album – ed è la storia di una signora “di rimpetto”, un
poco esibizionista, che in bell’esposizione alla finestra, si veste e si sveste e, soprattutto
accavalla e scavalla, accavalla e scavalla le sue magnifiche gambe: una Sharon Stone verace
rimasta negli archivi sino all’anno scorso».
Gli arrangiamenti sono curati da Lorenzo Hengeller. I remix da Gransta MSV.

 

ufficio stampa e comunicazione
tutta la documentazione testuale e audiovisiva è scaricabile all’indirizzo teatrotrianon.org/ufficio-comunicazione
FONDAZIONE TRIANON VIVIANI
• Paolo Animato, responsabile tel. 335 417548 / email comunicazione@teatrotrianon.org
• Gabriella Galbiati tel. 320 2166484 / email galbiati@teatrotrianon.org
TEATRO AUGUSTEO
• Marco Calafiore tel. 392 6075948 / email stampa.teatroaugusteo@gmail.com
Con Andrea Sannino, lo stesso Hengeller al pianoforte, Giovanni Imparato (percussioni),
Pietro Botte (chitarra e voce), Forlenzo Massarone (voce), Rocco Di Maiolo (sax e clarinetto),
Gaetano Diodato (contrabbasso) e Annibale Guarino (sax).

 

Il cd è in vendita nei maggiori canali di distribuzione da venerdì 30 aprile.
Lo spettacolo Carosone, l’americano di Napoli da cui è tratto questo cd è stato prodotto da
Gestione attività teatrali di Roberta Starace Caccavale, in collaborazione con il Trianon
Viviani. Era stato programmato originariamente l’anno scorso dal teatro Augusteo , nel
cartellone curato da Giuseppe Caccavale, e dallo stesso teatro della Canzone napoletana di
Forcella, in occasione del centenario della nascita del maestro di Pianofortissimo.

 

Compatibilmente con il superamento dell’emergenza sanitaria, il musical dovrebbe andare in
scena nei due teatri quest’anno, anche nel ricordo del ventennale della scomparsa del musicista.
Il protagonista del musical è Andrea Sannino, il cantautore che, con il suo brano
Abbracciame, cantato diffusamente dai balconi durante il lockdown, ha incarnato la speranza
collettiva di uscita dalla pandemia.
Con lui, una compagnia giovanissima, con band e dj in scena, e un corpo di ballo
electroswing, portano in scena la storia del più moderno dei musicisti italiani, dei suoi complici
Gegè Di Giacomo e Peter Van Wood, del suo amico Fred Buscaglione, di sex symbol maggiorate
di altri tempi come Maruzzella e le “mammifere modello 103”. Il tutto tra filmati di ieri e di oggi,
scenografie digitali, suoni vintage e remix: ricanta Napol