Assaporiamo Quentin Tarantino con Marco Lombardi

 

assaporiamo Quentin Tarantino con Marco Lombardi

Sapori, profumi e consistenze che rimandano a suoni e immagini. Quando due o più sensi si contaminano a
vicenda, si parla di sinestesie, senza però sottolineare quanto si tratti di meccanismi non oggettivi, bensì
sempre personali, pure diversi di momento in momento: è questo il passo in avanti che ha fatto la
Cinegustologia di Marco Lombardi, autore e conduttore di Come ti cucino un film, in onda su Gambero
Rosso Channel, e giornalista/critico per Messaggero e Radio NumberOne. Seguendo questo meccanismo,
martedì 21 giugno, alle 20.30, presso il ristorante Tintoré di Pomigliano d’Arco, assaggerete dei piatti che
richiamano Quentin Tarantino, e il suo modo di assemblare le materie prime… del cinema. Tranquilli, non
verrà servito uno spezzatino del regista premio Oscar, sarà solo un modo di "sentire" il cibo in maniera
diversa, divertendoci e dando il benvenuto all’estate all'interno di un sentiero multisensoriale che unisce il
cinema, la cucina e pure la buona musica! Nella serata, infatti, oltre a vedere delle clip dei film di Tarantino,
verranno eseguiti e cantati dal vivo alcuni celebri brani tarantiniani.
I piatti che hanno fatto pensare a Tarantino, e in particolare a Kill Bill, Bastardi Senza Gloria, Pulp Fiction e
Grindhouse, saranno preparati dalle sapienti mani dello chef Fabio Avossa del Tintoré: Tradizione ma non
troppo (baccalà mantecato, pomodorino datterino San Marzano dop, crumble di olive nere); Thai Tacos
(pollo e verdure thai); Da Napoli a Pavia (riso carnaroli, scampi, stracciata di bufala Dop e lime); Bao Na
(panino cinese cotto a vapore, pancia di Maiale in salsa teriyaki, scarola alla napoletana e pomodorini
semidry). Anche i calici vogliono la loro parte: non mancheranno, quindi, degli sfiziosi abbinamenti con i
vini dell’azienda agricola Nolano.
Per scoprire le esatte associazioni fra i 4 piatti e i 4 film, dovrete esserci! La serata, infatti, sarà all'insegna
della spontaneità e dell'interazione: Lombardi, fra una portata e l'altra, chiederà al pubblico le proprie
associazioni, così che i vari commensali potranno rappresentare liberamente le emozioni suggerite dalle
pietanze.
A eseguire live alcuni brani tratti dalle colonne sonore dei più famosi film di Tarantino sarà il giovane
cantautore campano Antonio Scafuri.

"Spesso le recensioni degli 'esperti' ingabbiano le nostre emozion all'interno di etichette linguistiche e
schemi preconfezionati. Che si tratti di un film come di un piatto, veniamo limitati nel nostro sentire perché
ci viene detto in anticipo cosa pensare", spiega Marco Lombardi. "Con la Cinegustologia ho voluto ribaltare
tutto, pensando all'antico gioco del 'se fosse': se Pinco Pallino fosse un albero, che albero sarebbe? E un
colore? E un piatto? E un brano musicale? Oltre a questo, spesso descriviamo un film come duro, morbido,
amaro o dolce, proprio come se fosse qualcosa da bere o da mangiare: ecco allora che l’associarlo
liberamente a un piatto o a un vino, e viceversa, può costituire un modo più autentico per raccontare agli
altri, e anche a noi stessi, le emozioni indotte da quel tipo d’opera d’arte".

"La mission del Tintoré è sempre stata quella di deliziare i suoi avventori con proposte di grande qualità, sia
a tavola, sia nel bicchiere, oppure nella cornice di un evento appositamente pensato", conclude Vincenzo
Cangemi, fondatore del rinomato locale pomiglianese. "Siamo orgogliosi di essere apripista in Campania
della nuova stagione della Cinegustologia, e di promuovere un momento in cui la cultura a 360° diventa
un’occasione " da condividere", alla portata di tutti. Proprio come una buona bottiglia di vino!".

Tarantino in “salsa” campana vi aspetta.

L’evento è organizzato da Production&Consulting in collaborazione ad Inside_Ita. Per informazioni e
prenotazioni, contattare il 3662010155.