ASVUNITE

 

 

A seguito della riunione di venerdi scorso volevamo innanzitutto ringraziare l’assessore Casucci e il suo staff per il supporto politico alla vicenda del Vesuvio e il presidente Casillo per l’ennesimo confronto. Una vicenda che va avanti da oltre due anni, senza però risultati concreti. Alla riunione hanno partecipato anche tre consiglieri regionali ( Diego Venanzoni, Carmela Rescigno, Francesco Emilio Borrelli) e il sindaco e il vicesindaco di Ercolano, dr.  Ciro Buonajuto e Luigi Luciani  e la nostra associazione, alla pari con altre categorie turistiche , era presente .

La nostra associazione sinceramente non può però accettare le osservazioni comunicateci dal dr. Agostino Casillo poiché non sono sufficienti e soprattutto inconcludenti per la nostra attività di agenti di viaggi anche alla luce dei due anni di consultazioni, inutili e inascoltate.

In un’impresa privata in mancanza di risultati ci sarebbe già stata la soluzione , purtroppo negli enti pubblici funziona in maniera diversa e si continua a rimandare: non è più possibile aspettare risposte perché il tempo è scaduto.

Siamo pronti a non portare più i turisti sul Vesuvio, e a continuare nella nostra battaglia mediatica a sostegno della legalità che manca sul secondo sito turistico campano.

L’ente parco del Vesuvio istituito nel 1995 con decreto del Presidente della Repubblica, ha tra le sue finalità sicuramente tutto ciò che ci è stato spiegato, e che è corretto,  ma anche e soprattutto si occupa di incassare le entrate al parco stesso ( articolo 3 punto f) per sviluppare al meglio tutte le attività . A noi non sembra fare ciò ma andare in un’altra direzione.Il momento in cui non svolge questa funzione ovviamente è un danno per tutti.

La mancanza dell’entrata in funzione della biglietteria fisica all’ entrata del parco non è più prorogabile in quanto i tornelli NON funzionano e i biglietti spesso vengono bypassati con metodi illustrati nel servizio di Fanpage . Inoltre su questo punto è fondamentale l’introduzione del wifi in quanto i bagarini hanno dimostrato la possibilità di averlo , all’entrata del parco, nonostante le tante perplessità fin qui sollevate dall’ente stesso e non più accettabili come scuse 

L’ entrata in funzione dei servizi igienici , anche con wc chimico, perché è uno scandalo L’attuale situazione ( basta vedere altri parchi naturali come hanno risolto il problema in Italia è All estero)

L’ accesso gratuito per gli operatori specialistici alla piattaforma di Vivaticket , con l’abolizione dei limiti imposti alle agenzie a differenza dei singoli, il blocco della vendita dei biglietti gratuiti su tali sistemi ampiamente raggirati dai bagarini  

Ma ciò che chiediamo al ministro Franceschini in primis, al presidente De Luca e a tutte le persone interessate e coinvolte il cambio dei vertici dell’ente parco , sia la parte politica che quella operativa, l’intervento di un commissario ad acta nominato dagli enti competenti in modo da iniziare un nuovo corso di collaborazione tra le associazioni di categoria che hanno voglia di lavorare e un parco pubblico abbandonato a se stesso .

Grazie per l’attenzione 

Associazione agenzie di viaggi #ADVUNITE  Via Petrarca, 159 – 80122 Napoli

   P.Iva C.F.9526116063