CENA DI GALA ALIS A VERONA.

CENA DI GALA ALIS A VERONA

 

Un successo da festeggiare. La grande risonanza mediatica e commerciale ottenuta da  ALIS – Associazione Logistica dell’Intermodalità Sostenibile con la smagliante partecipazione alla rassegna veronese di settore Transpotec 2019, è stata celebrata con una cena di Gala nello storico ristorante scaligero Il Torcolo: ad organizzarla, il valente staff di ALIS, che include, fra gli altri, Valeria Zucconi della Segreteria Generale, Diana Fabrizi delle Institutional Relations, Carlotta de Caro e Flavio Gentile (Commercial Dept – Short Sea Lines Grimaldi Group) della Direzione, Antonio Errigo per le Relazioni internazionali, Roberta Trombetta della Segreteria e Comunicazione, Nicolò Berghinz per lo Sviluppo e Marketing, Iacopo Bartalucci per Partnership & Sponsorship Development, Fabrizio Coletta del Development Area.

Per accogliere i 150 ospiti – tra personale Alis, membri dell’associazione e invitati illustri (fra cui molte cariche istituzionali intervenute agli affollatissimi convegni, fortemente voluti dal presidente Grimaldi) – sono state messe a disposizione le grandi sale del ristorante – situato nel pieno centro storico di Verona a due passi dall’Arena – gestito dalla famiglia Barca, che lo ha riservato completamente per l’esclusivo evento. I convitati, provenienti a piedi o in taxi dai vari alberghi prenotati da Alis per l’importante manifestazione, si sono presentati puntualissimi all’appuntamento, riempiendo di risate e aria di festa il ristorante, celebre per la sua incredibile cantina insignita con il “Wine Spectator Award 2010/2011” che conta circa 8000 bottiglie pregiate per un totale di oltre 1000 etichette di vini e distillati provenienti da Italia, Francia e altri Stati europei.

Al tavolo d’onore, il brillante manager Guido Grimaldi Corporate Short Sea Commercial Director Grimaldi Group e presidente Alis, il fratello Eugenio Grimaldi dinamico executive manager commercial& logistic Grimaldi Group, l’infaticabile Marcello Di Caterina Direttore Generale Alis, i noti giornalisti Roberto D’antonio capo della comunicazione Alis e Sergio Luciano direttore di Economy  e moderatore dei convegni istituzionali, tutti finalmente in relax dopo le impegnative prestazioni professionali richieste dall’evento, conclusosi con l’eccezionale partecipazione  del ministro dell’Interno e vice premier Matteo Salvini che ha voluto farsi fotografare con la felpa recante il logo dell’associazione Alis che sta rivoluzionando il settore dei trasporti nazionali con la sua capacità di mettere a sistema tutti i players della logistica e dell’intermodalità.

Inizia la cena con assaggi di pani e grissini della casa, uova tartufate con scaglie di formaggio veronese, tortelli di carne e verdure fatti a mano, carni marinate al vino e il famoso, immancabile, Bollito alla veronese, un carrello di scelta di carni presentata direttamente dallo chef al tavolo, accompagnate da salsine dolci e piccanti. Le conversazioni si protraggono in allegria durante l’ottima cena, intervallate da numerosi brindisi alla carismatica leadership di Guido Grimaldi e alla sua lungimirante visione professionale che gli attira attenzione e consensi anche dal mondo politico nazionale e internazionale: le ore trascorrono piacevolmente e si giunge alla mezzanotte senza quasi accorgersene mentre, all’esterno, le strade vengono percorse da fantastiche maschere veneziane, aggirantesi in sgargianti e raffinati costumi nel centro storico illuminato da una pallida luna, in una magica atmosfera.

 Arrivano, infine, i dolci tipici del Carnevale, tra cui le chiacchiere o galàni, le fritole di Carneval di riso o polenta, con mele e uva passa, le sòssole impregnate di Soave, i “Rufioi di Costeggiola” con amaretti, pinoli, cedro candito  e intrisi di grappa, gli strudel con frutta secca, i croccantini di mandorle, i dolcetti farciti con crema pasticcera e varie marmellate: la serata si chiude in dolcezza, non senza gli ultimi brindisi augurali  per lo sfolgorante futuro di Alis e per l’illuminata supremazia di Guido Grimaldi.

LAURA   CAICO