Con un’ordinanza firmata dal Vice Sindaco Carmine Piscopo e che si allega in copia sono stati riammessi alla balneazione, nell’area marino costiera, i seguenti punti identificativi :

 

Con un’ordinanza firmata dal Vice Sindaco Carmine Piscopo e che si allega in copia sono stati riammessi alla balneazione, nell’area marino costiera, i seguenti punti identificativi :

 

 “Lungomare Caracciolo

 “Donn’Anna

 “Posillipo

 “Capo Posillipo

 “Punta Nera

 

Nella stessa ordinanza si conferma il divieto temporaneo di balneazione per i seguenti punti identificativi :

 

 “Via Partenope

 “Piazza Nazario Sauro

 “Marechiaro

 Ecco l’Ordinanza:

Area Ambiente
Servizio Tutela della Salute e degli Animali
ORDINANZA SINDACALE
Prot n. 3 del 29/07/2021
OGGETTO: riammissione alla balneazione nell’area marino costiera, per i seguenti punti
identificativi :
 codice IT015063049011 denominato “Lungomare Caracciolo”
 codice IT015063049010 denominato “Donn’Anna”
 codice IT015063049009 denominato “Posillipo”
 codice IT015063049008 denominato “Capo Posillipo”
 codice IT015063049007 denominato “Punta Nera”
Conferma del divieto temporaneo di balneazione per i seguenti punti identificativi :
 codice IT015063049015 denominato “Via Partenope”
 codice IT015063049012 denominato “Piazza Nazario Sauro”
 codice IT015063049006 denominato “Marechiaro”

IL SINDACO
Premesso che :
– con deliberazione della Giunta Regionale della Campania n. 119 del 23.03.2021 sono state
individuate, ai sensi del D.L.vo n. 116 del 30 maggio 2008 e del relativo Decreto Interministeriale
del 30 marzo 2010, modificato dal D.M. del 19 aprile 2018, attuativo del succitato D.Lg.vo 116 del
2008, le classi di qualità delle acque destinate all’uso balneare per l’anno 2021;
– con ordinanza sindacale n. 248 del 22.04.2021, ad inizio della stagione balneare (1° maggio 2021),
in conformità a quanto stabilito dall’apposito provvedimento regionale, si è ordinato il divieto per le
acque non adibite alla balneazione nonché per le acque di balneazione permanentemente vietate
ricadenti nel territorio della Città di Napoli;
Considerato che, in prosieguo :
– con nota prot. 0175799 del 22.07.2021, acquisita al PG/2021/570508 del 23.07.2021, l’ASL NA1
Centro – UOC Igiene e Sanità Pubblica, con riferimento alle comunicazioni dell’ARPAC, chiedeva
assicurazioni in merito alla tempestiva adozione dei provvedimenti di competenza atti ad evitare
l’esposizione dei bagnanti ai rischi di inquinamento, in ottemperanza alla normativa vigente;
– pertanto, con ordinanza sindacale n. 435 del 23.07.2021, si è disposto il divieto temporaneo di
balneazione nei punti appresso identificati, fino ad eventuale nuova diversa comunicazione
ARPAC:
1. codice IT015063049015, denominato “Via Partenope”
2. codice IT015063049012, denominato “Piazza Nazario Sauro”
3. codice IT015063049011 denominato “Lungomare Caracciolo”
4. codice IT015063049010 denominato “Donn’Anna”
5. codice IT015063049009 denominato “Posillipo”
6. codice IT015063049008 denominato “Capo Posillipo”
7. codice IT015063049007 denominato “Punta Nera”
8. codice IT015063049006, denominato “Marechiaro”
1
– Rilevato che l’ARPAC – Dipartimento Provinciale di Napoli, con pec del 28.07.2021 in atti al
PG/2021/582291 del 29.07.2021, ha trasmesso comunicazione di riammissione alla balneazione nei
seguenti tratti di mare, a seguito dell’esito favorevole di ulteriori analisi effettuate in data
26.07.2021, su campioni di acque prelevate nei punti di balneazione così identificati: codice
IT015063049011, denominato “Lungomare Caracciolo”; codice IT015063049010, denominato
“Donn’Anna”; codice IT015063049009, denominato “Posillipo”; codice IT015063049008,
denominato “Capo Posillipo”; codice IT015063049007, denominato “Punta Nera”;
– che con successiva pec del 29/07/2021, assunta in atti in pari data al PG/2021/582963, l’ARPAC
ha trasmesso relazione in ordine agli esiti analitici dei prelievi supplementari del 26.07.2021,
evidenziando il persistere delle criticità dovute al superamento dei valori batteriologici di
contaminazione fecale nei seguenti punti di balneazione :
1. codice IT015063049015, denominato “Via Partenope”
2. codice IT015063049012, denominato “Piazza Nazario Sauro”
3. codice IT015063049006, denominato “Marechiaro”
Ritenuto, pertanto, procedere alla riammissione alla balneazione nell’area marino costiera,
limitatamente ai punti dove l’ARPAC ha comunicato l’esito favorevole delle analisi effettuate,
confermando invece il divieto temporaneo nei punti in cui l’esito analitico persiste sfavorevole;
Visti:
il D.Lgs 116/08;
il D.M. 30 marzo 2010, come modificato dal D.M.del 19 aprile 2018 ;
il D.P.R. 470/82;
il D.Lgs 267/2000;
Sottoscritta digitalmente da
Area Ambiente
Servizi Tutela della Salute e degli Animali
Il Dirigente
dr. Roberta Sivo

ORDINA
per le motivazioni esposte in narrativa e che si intendono integralmente richiamate nel presente
dispositivo, la riammissione alla balneazione, nell’area marino costiera limitatamente ai seguenti
punti identificativi :
 codice IT015063049011 denominato “Lungomare Caracciolo”
 codice IT015063049010 denominato “Donn’Anna”
 codice IT015063049009 denominato “Posillipo”
 codice IT015063049008 denominato “Capo Posillipo”
 codice IT015063049007 denominato “Punta Nera”
Il divieto temporaneo di balneazione, già disposto con precedente ordinanza sindacale
n.435/23.07.2021, nell’area marino costiera nei seguenti punti identificativi :
 codice IT015063049015, denominato “Via Partenope”
 codice IT015063049012, denominato “Piazza Nazario Sauro”
 codice IT015063049006, denominato “Marechiaro”

2
DISPONE
La pubblicazione della presente Ordinanza all’Albo Pretorio on line e sul sito web del Comune di
Napoli, con l’indicazione di elementi (fabbricati/spiagge/moli etc.) di immediata e facile
conoscenza da parte della cittadinanza dei punti di inizio e fine del tratto di costa interdetto alla
balneazione.
L’apposizione di segnaletica nelle immediate vicinanze di ciascuna acqua di balneazione con
l’indicazione dei motivi del divieto e dell’inquinamento, con linguaggio accessibile ai cittadini.
La trasmissione della presente Ordinanza, ad ogni effetto e conseguenza di legge,
 al Ministero della Salute – Direzione Generale – Servizio di Igiene Pubblica
 al Ministero della Transizione Ecologica – Direzione Generale per la Salvaguardia del Territorio
e delle Acque
 alla Regione Campania Settore Prevenzione – Assistenza Sanitaria
 al Dipartimento di Prevenzione dell’ASL NA 1 Centro
 al Dipartimento Provinciale dell’ARPAC
 alla Capitaneria di Porto di Napoli;
La trasmissione della stessa al Dipartimento Sicurezza del Comune di Napoli, per le necessarie
attività di vigilanza e controllo, e alla Prefettura di Napoli, per quanto attiene il coordinamento delle
Forze Polizia del territorio;
La trasmissione della stessa al Servizio Web per la pubblicazione sul sito comunale ed al Servizio
Tutela del Mare del Comune di Napoli per gli adempimenti relativi all’apposizione di segnaletica e
idonea cartellonistica.
Sottoscritta digitalmente da
Il Vice Sindaco
Prof. Carmine Piscopo
Le firme in formato digitale, sono state apposte sull’originale del presente atto ai sensi dell’art. 24 del Dlgs. 7/3/2005, n.82 e s.m.i.
(CAD). La presente Ordinanza è conservata in originale negli archivi informatici del Comune di Napoli, ai sensi dell’art. 22 del Dlgs.