Ginnastica, storico bronzo europeo agli anelli di Salvatore Maresca

 

Ginnastica, storico bronzo europeo agli anelli di Salvatore Maresca

L’atleta stabiese fa onore alla ginnastica campana e si ritaglia un posto fra i “Signori degli Anelli”

Risultato storico per la Campania nella Ginnastica Artistica maschile, grazie alla medaglia di bronzo conquistata da Salvatore Maresca nella specialità degli anelli ai recenti Campionati Europei svoltisi a Basilea. Il ventisettenne atleta stabiese in forza alla Società Ginnastica Salerno, dopo aver vinte diverse medaglie nei Campionati Italiani individuali e di specialità, prima nella categoria junior e poi in quella senior, ha ottenuto la sua personale consacrazione internazionale salendo sul podio della massima competizione continentale.

Per trovare risultati di questa levatura e tornare ai fasti della ginnastica in Campania, bisogna andare indietro di oltre mezzo secolo, agli anni 60, con Vincenzo Siligo, alfiere della gloriosa e ultracentenaria Società Virtus Partenopea Napoli. Campione italiano junior, il talento napoletano appena passato senior vinse la medaglia d’oro di squadra nei Giochi del Mediterraneo del 1963 e l’argento individuale al volteggio, anche se la sua specialità era proprio quella degli anelli, come per Maresca. Siligo, inoltre, partecipò ai campionati del Mondo di Praga 1962 e di Dortmund 1966, inframmezzandoli con quella che resta, ancora oggi, l’unica presenza campana ai Giochi Olimpici, Tokyo 1964.

Corsi e ricorsi storici, chissà che Tokyo non incroci ancora la ginnastica della nostra regione, penseranno al Palazzetto Acquamare Sport di via Generale Clark a Salerno, e soprattutto lo penserà “Thor”, come chiamano Maresca gli amici, per la sua impressionante forza muscolare. Due storie simili quelle di Siligo e Maresca, due persone in cerca di riscatto, due persone che hanno fatto del successo sportivo un obiettivo della loro vita, anche a costo di grandi sacrifici e privazioni personali.  

Grande soddisfazione hanno espresso, per il prestigioso risultato internazionale, il Sindaco di Castellammare di Stabia, Gaetano Cimmino, il Vicepresidente della Federginnastica Rosario Pitton ed il Presidente regionale Aldo Castaldo.

“Forza fisica e forza di volontà non gli sono mai mancate, prima o poi i risultati dovevano arrivare, Salvatore ha saputo aspettare e, soprattutto, non ha mai smesso di crederci” – ha commentato il prof. Pitton – insieme a Jury Chechi, Matteo Morandi, Andrea Coppolino e Marco Lodadio, ha guadagnato un posto tra i signori degli anelli” ha concluso il Vicepresidente federale.     

Ma Salvatore Maresca, nato e cresciuto nel prolifico vivaio del C.G.A. Stabia Castellammare di Angelo Radmilovic insieme a Giancarlo Polini, Valerio Darino, Christian Atte e Francesco Schettino, in questi anni, oltre a quello personale, ha arricchito il palmares della Ginnastica Salerno presieduta da Juliana Sulce, contribuendo alla conquista di ben due scudetti di Serie A maschili, nel 2018 e nel 2019. Il sodalizio granata è tutt’ora in corsa per il titolo tricolore maschile 2021, che verrà assegnato nella Final Six della “Primavera Napoletana della Ginnastica, in programma al Palavesuvio di Napoli il 16 maggio con l’organizzazione a cura della S.S.D. Ginnastica Campania 2000.

 ALBERTO  ALOVISI