IL NAPOLI SUERA LO SCOGLIO TORINO E GIA’ PENSA ALLA CHAMPIONS LEAGUE

 

 

E’ un Napoli che vince e convince per metà La squadra di Spalletti ha giocato praticamente per 45’. Nel primo tempo ha costruito la vittoria mentre nei secondi 45’ ha cercato di amministrare il doppio vantaggio e ha pensato, cosa errata, alla sfida di Champions League Fortunatamente ci è voluta la mano di Meret a non mettere a rischio le coronarie dei tifosi azzurri e di Spalletti. La partita vede quattro protagonisti: Anguissa, Lobotka, Kim e  Rrahmani,   Il Leone camerunese ruggisce due volte matando il Toro Non solo gioca alla grande in fase offensiva ma diversamente dalle altre volte si guarda bene dall’avanzare sempre e si allinea al altro fenomeno che è Lobotka. Lo slovacco si piazza davanti alla difesa tra  Rrahmani,   e Kim e ruba palloni in quantità industriali. Rende facile le giocate più difficili. In difesa poi  Rrahmani,  e Kim formano un muro invalicabile Intorno a questi quattro poi cvi sono gli altri Zielinski pur stando stanco è protagonista del passaggio a Kvara nell’azione del terzo goal. Politano si rende protagonista di numerose sgroppate che mettono in ansia la fascia granata Raspadori è troppo solo, gioca di sponda ma è sempre solo. A sinistra Mario Rui è devastante Suo l’assist per la testa di Anguissa per il primo goal Di Lorenzo invece ritorna a vivere una fase calante della stagione Al di là di questo dovrebbe avere il buon senso di liberare presto il pallone dall’area di rigore. La cronaca vede una partita con il Napoli che tenta subito di vincere la partita Al Cross di Mario Rui e perentorio colpo di testa di Anguissa. 1 a 0 per il Napoli Zambo Anguissa è in formissima e lo conferma quando prende palla a centrocampo e fa una sgroppata che lo porta davanti alla porta del Torino, tira ed è 2 a 0. Partita quasi finita Il Napoli è ben messo in campo. E’ un 4-5-1 che vede Politano e Kvara attaccare ai fianchi il Toro. Al 31 prorompente azione di Politano con pallone per Zizi. Assist del georgiano per Zielo, tiro beccato il giocatore avversario in pieno.  Colpo di testa di  Rrahmani,   Ancora Zizi sulla fascia Sn passa a Zielo con tiro fiacco e para il portiere…  Il terzo goal arriva grazie ad un colpo di biliardo di Zielinski che libera Kvara che entra in area e segna 3-0 e pratica chiusa. Ma il Napoli si rilassa e Sanarica davanti ad una difesa immobile segna il 3 a 1. Nel secondo tempo il Napoli cerca di amministrare il vantaggio ma il Toro cerca di rovinare il sabato pomeriggio agli azzurri. C’è un tiro dalla distanza ma Meret imita il Giaguaro, doppio ex, Castellini, e a mano aperta devia in angolo C’è una bell’incursione di Politano il cui tiro va fuori Entra Lozano e anche lui cerca il goal Finisce 3 a 1 Dopo aver mutato il Toro ora si va ad Amsterdam per continuare il sogno Europeo. Chi l’avrebbe immaginato.

Meret 7 – Niente colpe sul goal del Toro Compie una gran parata su un tiro dalla distanza Parata a mano aperta che ricorda un altro grande portiere del Napoli e del Torino, il mitico Giaguaro Castellini Unico neo, il solito, è lento nei rilanci e cerca di giocare sempre dal basso Migliorerà, si spera.

Di Lorenzo 5 Dopo l’ottima prova in nazionale, ritorna la fase calante di Don Giovanni il capitano

Rrahmani, 6,5 Serio, preciso e puntuale Una sicurezza

Kim 6,5 Alterna cose buone, tante a piccoli svarioni di tesa Ma mantiene sempre la line a immaginaria tracciata da Rrhamani e non si avventura in scorribande inutili e pericolose.

Mario Rui 7,5 Come a Milano ed in nazionale conferma il miglior momento Suo l’assist perfetto per Anguissa Bravo in fase difensiva dove però talvolta è preso d’infilata Ma ha fatto un ottimo lavoro.

(Dall’80’ Olivera sv).

Anguissa 9 – Da centrocampista emerge per forza fisica e carattere Da attaccante ne fa due Uno con un perentorio colpo di testa su assist perfetto del prof Mario Rui ed il secondo alla sua maniera Da cavallo pazzo prende il pallone dalla trequarti e segna un gran goal In forma smagliante da quando ha capito che deve fare il centrocampista. Deve però accelerare il gioco del Napoli.

Lobotka 7 – Sancho Panza azzurro si piazza da terzo centrale della difesa azzurra pur spostato in <vanti Rende semplici le giocate del Napoli anche le più difficili E’ il giocatore utile per far ripartire da basso l’azione degli azzurri Nel secondo tempo limita Vlasic appiccicandosi addosso. Intelligenza tattica mostruosa,

Zielinski 7 – Un pallone prende e fa un colpo di biliardo per Kvara che segna il terzo goal Un tiro che abbatte il difensore del Torino e niente più Sta stanco e si vede ma la classe è classe e suoi denigratori sono ben e che serviti.

(Dal 61’ Ndombele sv).

Politano 7 – Elemento indispensabile del Napoli. Lo si vede dovunque e quella fascia se la mangia Se avesse trovato il goal avrebbe meritato un voto migliore Unico.  

(Dal 68’ Lozano 6 – Un tiro ma Savic gli nega la gioia del goal Poi il solito Chucky)

Raspadori 6 Gioca di sponda neanche da falso nueve Troppo isolato lì davanti.

(Dal 61’ Simeone).

Kvaratskhelia 6,5 E’ stanco e si vede Non è nelle migliori giornate Ma appena ha la possibilità di segnare lo fa su un pallone offertogli da Zielinski Forse più vicino a Raspadori avrebbe giovato ad entrambi.

(Dall’81’ Elmas sv.).

Spalletti 7 Non ripete l’errore di contro il Lecce e lo Spezia Mette al sicuro i tre punti e poi gestisce il risultato Tardivi le sostituzioni Forse Elmas sulla fascia sinistra al posto di Zielinski stanco con Kvara vicino a Raspadori poteva essere una soluzione più favorevole al Raspa e Zizzi Ma l’importante era vincere.

 

Napoli-Torino, il tabellino

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Kim, Mario Rui (36′ st Olivera); Anguissa, Lobotka, Zielinski (18′ st Ndombele); Politano (23′ st Lozano), Raspadori (17′ st Simeone), Kvaratskhelia (36′ st Elmas). A disposizione: Marfella, Sirigu, Ostigard, Olivera, Juan Jesus, Demme, Lozano, Zerbin, Ndombele, Zedadka, Simeone, Zanoli, Elmas. All.: Spalletti.

TORINO (3-4-2-1): Milinkovic-Savic; Djidji, Buongiorno, Rodriguez (40′ st Schuurs); Singo (40′ st Karamoh), Linetty (29′ Aina), Lukic, Lazaro (29′ st Adopo); Vlasic; Miranchuk (23′ st Radonjic); Sanabria. A disposizione: Berisha, Gemello, Schuurs, Zima, Bayeye, Aina, Adopo, Garbett, Ilkhan, Radonjic, Edera, Karamoh. All.: Juric.

ARBITRO: Massimi di Termoli

MARCATORI: 6′ pt e 12′ pt Anguissa (N), 37′ pt Kvaratskhelia (N), 44′ pt Sanabria (T)

NOTE: Al 28′ st espulso il tecnico del Torino Juric per proteste; Ammoniti: Singo, Lukic (T); Recupero: 2′ pt, 5′ st 

Pasquale  Spera