IL VESUVIO RISCHIA DI ESSERE CANCELLATO DAI CIRCUITI TURISTICI CAMPANI

IL VESUVIO RISCHIA DI ESSERE CANCELLATO

DAI CIRCUITI TURISTICI CAMPANI

 

IL TURISTA VA RISPETTATO

LE SIGLE E LE SOCIETA’ FIRMATARIE DICHIARANO LO STATO D’AGITAZIONE E SCENDONO IN PIAZZA

 

VENERDÌ

11 GIUGNO 2021 ore 10,00

ERCOLANO QUOTA 1000

 

PROBLEMI “ATAVICI”, SEGNALATI DA PIÙ DI UN ANNO, UNITI A SCELTE GESTIONALI, QUALI

MANCANZA SERVIZI IGIENICI PER I TURISTI, nel 2021 è inconcepibile;

LA RIAPERTURA DELLA BIGLIETTERIA FISICA IN LOCO, che non è una vera e propria biglietteria ma solo

un accesso internet, e comunque ancora con problemi per i turisti;

CONTINGENTAMENTO NUMERICO sproporzionato a confronto di tanti altri siti turistici e in

considerazione che l’escursione al Vesuvio è open air;

IMPOSSIBILITÀ PER I TOUR OPERATORS E PER LE COMPAGNIE CROCIERISTICHE DI ACQUISTARE

I BIGLIETTI, è stato proposto un software a pagamento complesso e non adatto a

risolvere le problematiche esistenti;

Sarebbe la prima volta al MONDO che i Tour Operator pagherebbero per acquistare biglietti

INAUDITA richiesta ancora dei biglietti nominativi, e quindi ulteriore ostacolo e perdita di tempo per gli

operatori e le compagnie crocieristiche, rispetto a tutti gli altri siti Campani che non la prevedono;

MANCANZA DI BIGLIETTO GRATUITO PER GLI ACCOMPAGNATORI TURISTICI che spesso hanno

l’esigenza di assistere il gruppo nell’ascesa al cratere;

MANCANZA DI PULIZIA E MANUTENZIONE DELLE VIE D’ACCESSO AL CRATERE;

MANCANZA DI SICUREZZA PER I TURISTI, CON AUTO PERIODICAMENTE SCASSINATE

TARDIVI E PARZIALI PROVVEDIMENTI CHE NON RISOLVONO LE ISTANZE DEGLI OPERATORI TURISTICI CHE

VIVONO IL TERRITORIO QUOTIDIANAMENTE;

STANNO GENERANDO UN ENORME DANNO A TUTTO L’INDOTTO VESUVIANO  L’IMPEGNO

PER SUPERARE LE CRISI DOVREBBE PORTARE MIGLIORAMENTI , IL VESUVIO INVECE È

SPROFONDATO IN UNO DEI SUOI PERIODI PIÙ BUI.

 

È ARRIVATO IL MOMENTO DI DIRE “BASTA”, E FAR TORNARE IL NOSTRO AMATO VULCANO TRA I

PROTAGONISTI DEL TURISMO CAMPANO.

L’INTERA FILIERA TURISTICA CHIEDE MISURE IMMEDIATE PER POTER RIPRENDERE A LAVORARE COME HA

SEMPRE FATTO SALVIAMO IL VESUVIO

 

PARTECIPIAMO TUTTI!