Lush riapre i punti vendita

Lush riapre i punti vendita e presenta una nuova
esperienza di shopping con innovativi servizi al cliente
Milano, maggio 2020 – Lush, brand etico di cosmetici
freschi e fatti a mano, riapre i 31 negozi italiani,
un numero che si aggiunge alle recenti riaperture
effettuate in Europa e a livello globale, per un totale
attuale di 258 negozi nel mondo aperti (su 953). In
Germania i negozi Lush hanno aperto gradualmente
dal 20 aprile per arrivare, sei settimane dopo la
chiusura, ad una totale riapertura di tutti i 41 punti
vendita. Anche in Austria il brand ha optato per una
riapertura graduale a partire dal 15 aprile, con la precedenza ai negozi in centro città, seguiti il 2
maggio dai punti vendita nei centri commerciali. Riaperture anche negli Emirati Arabi, in Russia,
Sudafrica, Olanda e Grecia.
In Spagna e Portogallo i punti vendita hanno riaperto l’11 maggio, una settimana prima rispetto
all’apertura italiana. A seguito di alcune pause negli scorsi mesi al fine di garantire una corretta
riorganizzazione, sono oggi aperti 37 siti e-commerce Lush (tutti con l’eccezione di Panama).
| “Sono purtroppo molte le aziende che stanno avendo difficoltà nonostante il
considerevole aiuto dei governi, delle autorità locali e dei proprietari dei negozi. Sono
grato di poter essere qui a riaprire ancora i nostri negozi e mi sento incredibilmente
fortunato di aver potuto ricevere questi aiuti.”
Mark Constantine OBE, Lush Co-founder & Managing Director
| “Siamo immensamente felici di poter accogliere nuovamente i clienti nei nostri
negozi. Siamo conosciuti in tutto il mondo per il nostro servizio al cliente unico e
distintivo, e stiamo mettendo a punto nuove modalità per andare incontro alle esigenze
della clientela in questo periodo inusuale di distanziamento sociale.”
Claire Constantine, Lush Retail Director
Un’esperienza di shopping rinnovata per andare incontro alle nuove esigenze del cliente e per
rispettare le norme di sicurezza previste da ogni paese. Il rispetto delle disposizioni dei governi
è una priorità a livello globale che porta Lush a rivedere l’esperienza di vendita: non saranno più
effettuate nei negozi dimostrazioni di prodotti, saranno rimossi tutti i tester, verranno rispettate
le normative di distanziamento di almeno un metro e sarà chiaramente garantita la sanificazione
dei locali e l’utilizzo della mascherina. Tutti i negozi Lush al mondo offriranno poi ai clienti, e a
chiunque ne avesse bisogno, la possibilità di lavare le mani con scaglie di sapone monouso
disponibili in negozio.
Il brand avvia una graduale fase di riapertura dei negozi in Europa e a livello globale,
esplorando una nuova customer experience e offrendo servizi
come consultazioni virtuali e Pick Up
02
Lush Pick Up
I negozi Lush italiani accolgono il cliente con una novità
che unisce rapporto umano e tecnologia: sarà infatti
possibile dialogare con gli staff dei negozi attraverso i
canali social per richiedere i prodotti desiderati prima
di arrivare in negozio. È il Lush Pick Up: un servizio
che consente di pre-ordinare i prodotti attraverso un
messaggio Direct sulla pagina Instagram del negozio
di fiducia e di finalizzare l’acquisto e il pagamento, con
possibilità di modifica e aggiunta, una volta in negozio.
Prevista in ogni punto vendita anche una fascia oraria
preferenziale per il ritiro degli ordini così da tutelare
il tempo a disposizione di ogni cliente e permettergli
di non rinunciare ai prodotti preferiti. Lush Pick Up nasce anche per rafforzare il rapporto
umano nonostante la barriera di uno schermo: si potrà, infatti, dialogare con lo staff del negozio,
chiedere consigli, suggerimenti e trovare il prodotto più adatto alle proprie esigenze.
Un servizio sperimentato dal brand anche in altri paesi, che hanno offerto un vero e proprio
Order & Collect con ordini telefonici, via mail e tramite canali social, fino ad arrivare al servizio
“kiosk” in alcuni punti vendita Lush in Germania per servire il cliente sulla porta del negozio ed
evitare l’ingresso nel punto vendita.
Consultazioni online
Presto in arrivo in tutti i negozi italiani anche un servizio
di consultazioni online per offrire al cliente una customer
experience all’avanguardia: un servizio altamente
professionale e al contempo personalizzato. Un
ritorno alla bottega del passato per rispo
ndere in maniera tailor-made ed empatica ai bisogni
dei clienti, sviluppando nuove modalità di interazione. Il
cliente avrà la possibilità di prenotare un appuntamento
virtuale con il negozio di riferimento ed essere guidato in una vera e propria consultazione oneto-one: potrà spiegare necessità e bisogni e ricevere i consigli dello staff Lush. Se lo vorrà potrà
passare in negozio per finalizzare l’acquisto.
Lush Labs
L’applicazione per iOs e Android Lush Labs si rivela poi uno strumento utilissimo a disposizione
dei clienti per raccogliere informazioni sui prodotti senza necessità di dimostrazioni: scaricando
l’applicazione si potrà accedere alla feature Lush Lens che consente, inquadrando il prodotto
desiderato in negozio, di accedere a una scheda contenente informazioni e video dimostrativi
(per esempio gli effetti di una bomba da bagno che si scioglie nell’acqua).
03
it.lush.com Per maggiori informazioni:
Ufficio stampa Lush Italia
Maria Bruschi | maria@lush.it | +39 348 6620554
Elena Strano | elena@lush.it | +39 335 1305951
LUSH
Nata nel 1995 in Inghilterra, Lush si contraddistingue per etica e innovazione. Lush crea, produce e commercializza
cosmetici freschi e fatti a mano, come bombe da bagno, lavadenti e confetti di shampoo solido. Lush si oppone fortemente
a qualunque tipo di test sugli animali e supporta commercio equosolidale e comunità in tutto il mondo. Nel 2010 dà il
via al pionieristico progetto Sustainable Lush Fund a supporto delle comunità che producono gli ingredienti dei prodotti
Lush; questo progetto evolve nel 2018 nel progetto Re:Fund, un fondo di £1,5 milioni all’anno (circa €1,75 milioni) per
sostenere a livello mondiale la rigenerazione nelle aree colpite da calamità e spostamenti di popolazioni, per la permacultura
e l’agroecologia, e per la rinaturalizzazione e la biodiversità. Nel 2012, a testimonianza dell’impegno e della dura lotta contro
la sperimentazione animale, Lush lancia il Lush Prize in collaborazione con Ethical Consumer: un fondo di £250.000 volto
a premiare chiunque riesca a dare un contributo signi cativo a trovare alternative e porre ne ai test sugli animali. Nel 2017
lancia il Lush Spring Prize, sempre in collaborazione con Ethical Consumer: un fondo di £200.000 volto a premiare progetti
di rigenerazione sociale ed ambientale. Lush è un’azienda attiva nella promozione di campagne nei suoi 931 negozi, in 49
paesi, a supporto di piccoli gruppi o organizzazioni a difesa dei diritti animali, umani e a protezione dell’ambiente. L’obiettivo
è dare una voce a coloro che si battono per essere ascoltati. Il 2018 segna l’anno del 20° anniversario del brand in Italia
dove ad oggi conta 31 negozi, e un sito per la vendita online. Il negozio di via Torino, 42 a Milano dal 1 giugno 2018 diventa
il primo Lush Naked Shop al mondo, a testimonianza dell’impegno del brand di ridurre sempre più il proprio impatto
ambientale e fornire alternative e caci e prive di packaging.