NAPOLI CI ” SEI ” CONTRO L’AJAX

 

E’ un Napoli troppo bello Questo di stasera nel tempio del calcio totale la squadra di Spalletti non solo ha confermato quanto di buono ha fatto fino ad ora ma ha fatto di più Ha fatto emozionare i tanti appassionati della maglia azzurra e del bel calcio Un primo tempo straordinario meglio di quello di Sarri La differenza sta tutta nella direzione della pelota Un gioco verticale fatto di continui scambi e continui uno due La mano di Spalletti finalmente si vede La si vede quando pur soffrendo nei primi dieci minuti non ha perso la bussola ma piano piano come Penelope tesse la propria ragnatela di passaggi che poi portano al goal I goal sono stati sei ma potevano essere dieci . Dieci come il numero magico di re Diego che dall’altro dei cieli avrà sicuramente gioito alla sua maniera. Anche il grande Johan Cruijf vedendo giocare gli azzurri pur vedendo il suo Ajax essere surclassato avrebbe ammirato da gran esteta del calcio questa squadra fatta non da prime donne ma da giocatori che hanno messo il loro destino nella pelata e nelle mani del mister toscano Sicuramente si è divertito colui che è il collante tra la storia dei Lancieri e la storia del Napoli Il mitico ed unico Rudy Krol che da amante del calcio totale ha sicuramente ammirato la corazzata azzurra che adesso non deve spegnere il sogno di più dei 5000 tifosi che hanno visto stravincere la squadra di Spalletti E pure la sfida di Champions non è iniziata bene . La squadra olandese forte della spinta del proprio pubblico ha pressato alto fin dall’inizio picchiando a destra e a manca. Solo un arbitro pessimo ha permesso agli olandesi di giocare a calci e non a calcio.  Tuttavia è il Napoli a mancare la prima azione Break di Anguissa per Lobotka Don Stanislao non cerca la via del goal e no tira ma passa a Raspadori il cui tiro è sbilenco e va fuori.  Il mister olandese che con Spalletti ha in comune solo la pelata piazza un centrocampista su Lobotka. Il faro azzurro si spegne e si spegne il Napoli anche perché Zielinski non è in serata ed Anguissa vaga nel campo a cercare fortuna effimera La squadra olandese ci crede e sulla fascia di Lozano fanno il bello ed il cattivo tempo. Il goal dei lancieri arriva su quella fascia. Dopo un’azione confusa il pallone arriva a Kudruss che segna. Il Napoli non si demoralizza e con Kvara tenta la via del goal ma il suo pallonetto va fuori. Ancora gli azzurri che macinano gioco non appena Lobotka s’accenda Al 18 ‘ bell’incursione di Olivera che crossa e Raspadori segna il pareggio Il Napoli attacca C’è un cross dalla destra e Di Lorenzo di teta raddoppia al 33’ Il Napoli è padrone del campo Chiude gli spazi e riparte Con Zielinski potrebbe chiudere la gara ma il rigore in movimento vien sbagliato dal polacco , arriva Anguissa che tira alto Ma la squadra azzurra non si perde d’animo Altro break a centrocampo Anguissa per Zielinski che come fuga per la vittoria s’invola verso la porta olandese e segna il 1 a 3 Nel secondo tempo arriva una pioggia di goal per l’Ajax Al 47’ c’è un erroraccio della difesa olandese Anguissa per Raspadori che segna la sua doppietta personale e porta a 4 le reti azzurre . Al 63 ancora gli azzurri andare in rete Kvara scambia con Raspadori entra in area olandese ed imbuca la rete del povero lancieri già precedentemente imbucata Il 6 a 1 arriva grazie al Cholito che dopo un assist di Ndombele gonfia la rete con un gran tiro 6 A al 81 Viene espulso Tadic per doppia ammonizione dopo un fallo su Elmas Potrebbe segnare il settimo goal il Napoli ma il tiro di Ndombele viene deviato sulla traversa Ancora Anguissa che preferisce tirare. Finisce 1 a 6 la sfida tra il Napoli nuovo re del calcio totale e la squadra dei lancieri Avrebbe ammirato questo Napoli il profeta del goal e sicuramente il DIOS del calcio da lassù starà godendo un mondo E ora forza e pedalare che con la Cremonese ci aspetta un altro sogno.

AJAX (4-3-3): Pasveer; Rensch (40′ st Baas), Timber (35′ st Grillitsch), Bassey, Blind; Berghuis (26′ st Brobbey), Alvarez, Taylor (27′ st Klaassen); Tadic, Kudus, Bergwijn. A disposizione: Gorter, Stekelenburg, Wijndal, Magallan, Regeer, Ocampos, Conceiçao, Lucca. All.: Schreuder

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo (39′ st Zanoli), Rrahmani, Kin Min-jae, Olivera; Anguissa, Lobotka (35′ st Gaetano), Zielinski (1′ st Ndombele); Lozano, Raspadori (20′ st Simeone), Kvaratskhelia (20′ st Elmas). A disposizione: Sirigu, Juan Jesus, Ostigard, Mario Rui, Demme, Zerbin, Politano. All.: Spalletti

ARBITRO: Letexier (Fra)

MARCATORI: 9′ pt Kudus (A), 18′ pt Raspadori (N), 33′ pt Di Lorenzo (N), 45′ pt Zielinski (I), 2′ st Raspadori (N), 18′ st Kvaratskhelia (N), 36′ st Simeone (N).

NOTE: Espulso Tadic (A) per somma di ammonizioni. Ammoniti: Timber, Tadic, Kudus (A); Raspadori (N); Recupero: 0′ pt, 1′ st.

 

Meret 6,5 – Buona partita Ha ritrovato la fiducia nei suoi mezzi Forse tardivo nei rilanci Nel secondo tempo cerca di rovinare la propria prestazione con rilanci sbagliati o partendo dal basso

Di Lorenzo 6,5 – Inizio difficile Anche perché non essendoci San Matteo rimane spesso e volentieri contro due avversari che lo sovrastano Il goal con colpo di testa perentorio e bello

(Dall’84’ Zanoli sv)

Rrahmani 6 Mette la museruola al proprio avversario Difficile quando deve impostare dal baso Sfiora il goal,

Kim 7 – E’ una muraglia Serio non arruffone Mette la museruola a Kudruss Non sbaglia un colpo. Bravo

Olivera 7 – Più ala che terzino Lo si vede nell’azione del pareggio azzurro Buon piede e buona gamba Può essere il jolly offensivo

Anguissa 8 – Inizia male anzi malissimo Perde qualche pallone Arruffone ed anarchico Però due su 5 goal sono opera sua Recupera due palloni ed il Napoli segna due goal Vorrebbe segnare lui e perciò è egoista nel finale di partita.

Lobotka 8 –Non inizia bene Anzi marcato ad uomo e girato di spalla fa fatica a sviluppare il suo gioco Poi cresce e con lui il Napoli Poi nel secondo tempo perde qualche pallone di troppo Ma alla fine emerge e dà spettacolo.

(Dal 79′ Gaetano sv)

Zielinski 6,5 Inizio in sordina Gli olandesi danno randellate a non finire Lui si estromette Sbaglia un rigore in movimento poi però si fa perdonare segnando.

(Dal 45′ Ndombele 6,5 – Buon impatto sulla partita Potrebbe segnare ma il portiere devia il pallone sulla traversa.  Bravo)

Lozano 6,5 – Male in fase difensiva Lascia il povero capitano in balia degli attacchi olandesi Vuole saltare spesso l’uomo Nel secondo tempo è indecifrabile la sua prestazione.

Raspadori 9 – Gioca da falso nueve e lo fa bene Fa da raccordo tra il centrocampo e l’attacco Segna due goal di ottima frattura. La difesa olandese se lo sognerà di notte Bravo

(Dal 65’ Simeone 6,5 – Entra e segna Cosa si vuole dal Cholito? )

Kvaratskhelia 8 – Primi 40’ di sacrificio vero e proprio Gli olandesi cercano d’intimidirlo ma il ragazzo che viene dalla steppa s’arma di animo e coraggio e da stella diventa gregario ritornando in difesa e dando una mano alla difesa Poi alza l’intensità del gioco e segna un goal bellissimo

(Dal 65′ Elmas sv)

Spalletti 7 Sta compiendo un miracolo sportivo Perfette le sostituzioni

 Pasquale Spera