Nel segno di Giovanni Paisiello

RAVELLO (SALERNO) – La Città della Musica, dopo il successo del weekend inaugurale, propone un dovuto omaggio alla figura di Giovanni Paisiello nel bicentenario della morte.

Paisiello al clavicordo (E. Vigée-Le Brun, 1791)
Paisiello al clavicordo (E. Vigée-Le Brun, 1791)

Il ricco cartellone del Ravello Festival 2016 ricorda uno dei più importanti e influenti compositori d’opera del Classicismo ospitando a Villa Rufolo Paolo Isotta, uno dei massimi critici musicali italiani, che venerdì 15 luglio alle 18 nella Sala dei Cavalieri ripercorrerà la vita e le opere di un personaggio fondamentale per la storia della musica. Infatti Paisiello seppe innovare il mondo del melodramma e dell’opera buffa, divenendo una delle figure più emblematiche del Settecento napoletano. Giovanni Paisiello nacque nel 1740 a Taranto, che lasciò  per  studiare musica al conservatorio di Sant’Onofrio di Napoli, ove morì nel 1816

Alle parole faranno seguito le note. A calcare il palco del Belvedere di Villa Rufolo (ore 20) infatti, sarà l’Orchestra Filarmonica Salernitana Giuseppe Verdi, che vedrà sul podio, nella doppia veste di direttore e solista, Francesco Nicolosi.

Il maestro siciliano, che ha registrato i primi cinque concerti di Paisiello nello spazio acustico unico del Teatro di Corte della Reggia di Caserta, proporrà al pubblico di Ravello l’Ouverture dall’opera Fedra e i Concerti per pianoforte n.4 in sol minore e n.5 in re maggiore.

«I concerti per strumento a tastiera e orchestra riassume lo stesso Isotta nell’affascinante Schizzo biografico che apre il catalogo della mostra per il bicentenario della morte del compositore  in corso al Memus del Teatro di San Carlo – sono opere di tale qualità da esser poste subito dopo quelle di Mozart».

Altra sfida importante per l’ensemble salernitano: ritornerà sul palco del Belvedere l’11 di agosto per il concerto all’alba, l’evento clou dell’estate musicale ravellese.

Per maggiori informazioni: www.ravellofestival.com. Boxoffice: tel 089 858422 – boxoffice@ravellofestival.com