PALLANUOTO DAL 14 AL 20 SETTEMBRE LA SETTIMANA DEL MARE TRE MEMORIAL DI PALLANUOTO NELLE ACQUE DI SANTA LUCIA E MARECHIARO

PALLANUOTO

 

DAL 14 AL 20 SETTEMBRE LA SETTIMANA DEL MARE

TRE MEMORIAL DI PALLANUOTO NELLE ACQUE DI SANTA LUCIA E MARECHIARO

 

La Rari Nantes Napoli promotrice del primo evento pubblico a mare post-Covid in città

Illustrati programmi e progetti del Circolo per la stagione sportiva 2020-21

Da lunedì spazio ai tornei dedicati a Mario Scotti Galletta, Mario Occhiello e Checco Mazza

 

Sette giorni intensissimi di grande sport, con le gare di pallanuoto d’elite, giovanile e paralimpica incastonate in scenari da cartolina. Dal 14 al 20 settembre tra le acque antistanti il Circolo Rari Nantes Napoli e il Borgo Marechiaro va in scena “La Settimana del Mare”: due campi di pallanuoto, tre tornei distinti, 60 squadre e 700 partecipanti, per la gioia del vastissimo pubblico di via Partenope e di Marechiaro.

L’evento, presentato in mattinata presso il Circolo Rari Nantes Napoli, è strutturato in tre momenti distinti e dedicato alla memoria di tre grandi figure del mondo pallanuotistico partenopeo: Mario Scotti Galletta, Mario Occhiello e Checco Mazza.

Si parte lunedì 14 con il Memorial Mario Occhiello, nella piscina a mare allestita tra le acque di Santa Lucia. Per i primi due giorni in scena le squadre Under 14, mercoledì e giovedì spazio alle Under 16, venerdì e sabato alle Under 18. Previsti premi, oltre che per le squadre vincitrici, anche per il miglior portiere e il miglior giocatore. Mario Occhiello, recentemente scomparso, è stato maestro di vita e di sport che sotto i colori rossoverdi del Circolo Posillipo ha allevato centinaia di ragazzi del nuoto e della pallanuoto, molti dei quali diventati campioni.

Martedì 15 settembre è invece la volta del Memorial Scotti Galletta, quadrangolare in programma sempre nella piscina a mare della Rari Nantes Napoli che vede ai nastri di partenza le formazioni campane di A1 e A2. Alle 13.30 il primo confronto tra Posillipo e Canottieri, a seguire quello tra RN Salerno e Acquachiara. Nel pomeriggio, dopo l’esibizione di pallanuoto paralimpica delle 15.45 che vedrà in acqua la squadra del Centro Sportivo Portici insieme ai capitani delle quattro squadre e alcuni ex compagni della Canottieri Napoli, si disputeranno le finali per il terzo e il primo posto in programma rispettivamente alle 16.30 e alle 17.30. A seguire la premiazione con la contestuale presentazione del nuovo libro di Mariafelicia Carraturo, Il risveglio di Partenope, edito da Guida. Mario Scotti Galletta, il mitico “Baffo”, è stato portiere della Canottieri Napoli, con cui ha vinto quattro scudetti e una Coppa Campioni, e del Settebello campione del mondo a Berlino nel 1978.

Sabato e domenica al Borgo Marechiaro, infine, è in programma il Memorial Checco Mazza, torneo master maschile e femminile senza limiti di categorie. Checco Mazza è stato storico amante della pallanuoto, promotore del torneo a Marechiaro che da sempre è stato motivo di attrazione per centinaia di appassionati.

“Si tratta del primo evento pubblico a mare post-Covid a Napoli, il modo migliore per ripartire con senso di responsabilità e rispettando tutte le misure di sicurezza”, ha sottolineato il presidente del Circolo Rari Nantes Napoli, Giorgio Improta. “Lo scorso 27 luglio abbiamo raccolto con piacere l’invito di Andrea Scotti Galletta, anche con un pizzico d’incoscienza se vogliamo. Ma siamo convinti che dare un segnale del genere in questo momento particolare sia di grande importanza per tutto il movimento sportivo napoletano”.

Accanto al presidente il consigliere allo Sport del Circolo, Francesco Verde, che ha illustrato i programmi del nuovo ciclo sportivo della Rari Nantes Napoli. Quattro le sfere d’azione, a cominciare dalla pallanuoto con il lancio della Scuola di waterpolo 2020-21 che avrà inizio il 21 settembre presso la piscina a mare. Per tutto il periodo in cui la scuola di waterpolo si terrà in mare, le attività didattiche saranno a titolo gratuito per tutti gli allievi nati tra il 2006 e il 2011. Le attività proseguiranno poi in piscina. Punto due la scuola di vela con corsi di laser, windsurf, kite e nuove classi olimpiche. Madrina d’eccezione la plurititolata e olimpionica Maria Quarra. Al punto tre la prosecuzione della scuola di canoa e kayak, al punto quattro – ultima, ma non ultima – la scuola di apnea con la campionessa mondiale Mariafelicia Carraturo, detentrice del record a -115 metri in assetto variabile. “Un

programma molto intenso – ha spiegato Verde – che esprime una chiara volontà di riportare lo sport al centro della vita del prestigioso circolo rarinantino, che alla veneranda età di 116 anni può vantare prestigiosi traguardi sportivi tra cui 7 titoli olimpionici (unica società, tra le varie discipline, ad aver conseguito un numero così elevato di risultati), 2 titoli mondiali, 49 primati italiani assoluti nel nuoto, 18 titoli italiani assoluti nei tuffi, 7 primi posti nel massimo campionato di pallanuoto, di cui 5 scudetti, la Stella d’Oro e la Targa d’Oro al merito sportivo, oltre a 2.500 presenze di propri atleti nella rappresentative nazionali. Inoltre la Rari Nantes Napoli in questi anni ha offerto la possibilità a più di 20.000 giovani di praticare queste discipline sportive a titolo gratuito. Per questo il Consiglio Direttivo ha voluto osservare questa tradizione anche per le attività di avvio della pallanuoto di quest’anno”.

Il presidente della Fedenuoto Campania Paolo Trapanese ha ricordato i suoi esordi da portiere proprio sotto l’ala protettiva di Mario Scotti Galletta: “Stavo per smettere con la pallanuoto, aspettavo sempre il mio momento che non arrivava mai. Mi ha invitato a non mollare Sante Marsili, poi Fritz Dennerlein mi mandò in campo a Bogliasco quando la Canottieri perdeva 4-1: pareggiammo 4-4 e da allora Mario mi guidò verso una storica carriera”.

Andrea Scotti Galletta, figlio di Mario, ha spiegato come è nata l’idea della Settimana del Mare: “Tutto è partito con Fabio Galasso per ricordare la figura di Checco Mazza, poi strada facendo sono sorte delle complicazioni prima con mio padre e poi con Mario Occhiello, che ci hanno lasciato a breve distanza l’uno dall’altro. Giocare a pallanuoto sarà il modo migliore per ricordare tutti, nella maniera in cui lo hanno insegnato a tanti giocatori”. Commossi e appassionati anche i ricordi di Mauro Occhiello, tecnico dell’Acquachiara e figlio di Mario, di Barbara Damiani, allenatrice dell’Acquachiara femminile e moglie di Mario Scotti Galletta, e di Sara Mazza, sorella di Checco.

Parola poi a Giancarlo Bosso, patron di B-Personal, sponsor tecnico della manifestazione: “Ho detto subito sì per il valore dell’evento e anche per la grandezza dei nomi dei personaggi ricordati. Quando ho fatto stampare la maglietta con i tre volti dei personaggi a cui sono dedicati i tre Memorial mi sono soffermato a raccontarne le storie a tipografi e stampatori e non nascondo che ho vissuto momenti di grande emozione”.

Dulcis in fundo Mariafelicia Carraturo, campionessa di apnea: “Ho anch’io dei bellissimi ricordi di tutte e tre, persone che amavano lo sport e il mare in modo estremo. Il mare è una risorsa e  dovremmo avere più rispetto per l’ambiente, perché ciò che riguarda il mondo esterno riguarda anche noi stessi. Abbiamo visto come pochi mesi di chiusura abbiano risvegliato la natura, il mare, l’ambiente: dobbiamo continuare ad amare il mare e tutto ciò che ci circonda”.

Durante la conferenza, inoltre, hanno preso la parola Sergio Colella, consigliere del Comune di Napoli ed ex pallanuotista, e Vincenzo Semeraro, presidente del Circolo Nautico Posillipo. Presente in sala anche la dottoressa Grazia Rutoli, in rappresentanza della Prefettura di Napoli.

ALBERTYYO  ALOVISI