Parma -Napoli: I voti della sfida

Parma -Napoli: I voti della sfida

 

Ospina 6 Ordinaria amministrazione con finale di paura per i tifosi azzurri. Infatti un pallonetto per liberarsi di un giocatore parmense fa venire i brividi alla difesa azzurra e a Gattuso.

Di Lorenzo 6,5 – Buona partita per il difensore azzurro Libero da compiti difensivi si spinge in avanti sovrapponendosi a Lozano e cercando sempre di mettere in difficoltà il terzino dirimpettaio

Manolas 6 – Senza sbavature fino a quando non si dimentica di Karamoh).

Koulibaly 6 – Talvolta sembra distratto e qualche volta abbandona la sua difesa improvvisandosi centrocampista o nella peggiore delle ipotesi attaccante. Però alla fine della sfida si può affermare mette il bavaglio ad un osso duro come Cornelius

Hysaj 6 – Senza infamia e senza lode-Urge comprare un terzino sinistro degno di nota. Visto che Ghoulam è fuori uso da tempo. Mario Rui, strano il fatto che non sia stato impiegato., non offre le giuste garanzie.

Zielinski 4,5 – Il solito anonimo veneziano, anzi polacco. Dovrebbe essere la spina nel fianco della squadra avversaria ma è sempre quella nel fianco del Napoli. Abulico irritante svogliato. Solo un tunnel ad impreziosire una giornata storta, una delle tante. (dall’88’ Lobotka sv)

Demme 5 – Prova sottotono dell’italo -tedesco Dovrebbe velocizzare il gioco ma non è in giornata. Gioca a tre massimo quattro tocchi e la manovra azzurra ne risente. Se ne favorisce il Parma che si arrocca davanti Sepe.

(dal 61′ Osimhen 7 – La gazzella nigeriana appena entra scompiglia i piani del Parma. Non solo permette al Napoli di giocare in profondità ma permette a Mertens di agire dietro di lui ed essere libero di svariare sul fronte d’attacco. Veloce come una gazzella, poco somigliante al fenicottero, da una mano in difesa liberando di testa su calcio d’angolo . Ormai Milik è solo un ricordo mai un rimpianto.

Fabian 4,5 – Lento peggio della miglior moviola. Abulico e apatico. Mai riesce a dare un’accelerata alla manovra azzurra. Due tiracci nel suo score confermano la giornata non buona dell’iberico (dall’83’ Elmas sv)

Lozano 7 – E’ un tarantolato per tutta la partita. Si muove ben in fase offensiva anche perché ha il supporto dalle sovrapposizioni di Di Lorenzo. Buona fase offensiva, difetta in fase difensiva. Al suo attivo il cross dalla destra che permette a Sepe di respingere e a Mertens di segnare il primo gol del Napoli 2020-21

(dall’83’ Politano sv)

Mertens 7 – Ciruzzo il napoletano riprende confidenza con il goal regalando la prima gioia ai tifosi del Napoli nella stagione 2020-21. Ingabbiato come un canarino nel primo tempo fa fatica ad esprimersi. Quando entra Osimhen lui arretra il raggio d’azione e favorito dalla presenza del nigeriano è più libero da marcatura. Si può inserire e segnare l’ 1-0 Da applausi il recupero alla fine della sfida che impedisce al Parma di segnare e di rendere più difficoltoso il finale di partita per gli azzurri.

(dall’88’ Petagna sv)

Insigne 7 – Primo tempo difficile Secondo tempo dialoga che è una meraviglia con Mertens ed Osimhen. Segna il raddoppio ed è il giusto premio per i sacrifici fatti in campo. .

Gattuso voto 6,5 : San Gennaro lo illumina e lo guida nella scelta giusta. Osa con Osimhen e i goal arrivano. Deve in questo breve periodo impuntarsi con la società e farsi comprare uno massimo due giocatori fisici a centrocampo. Le crepe si vedono li in mezzo. Poi perché Mario Rui non ha giocato ? Alla prossima sfida e speriamo che….

 

Gigione Maresca e Pasquale Spera