Per “Altri Natali” La Notte di un Canto di Natale racconta il Natale passato, presente e futuro con un reel dall’8 al 20 dicembre

 

 

Per “Altri Natali”

La Notte di un Canto di Natale

racconta il Natale passato, presente e futuro con un reel

dall’8 al 20 dicembre

 

Per “Altri Natali”, Casa del Contemporaneo e Progetto Nichel presentano “La Notte di un Canto di Natale”, un gioco collettivo per bambini, ragazzi, adulti, famiglie, studenti, lavoratori, di ogni provenienza, lingua, nazionalità. Si può giocare da soli, o in squadra, basta realizzare con il proprio smartphone dei reels, la cui durata non deve essere superiore ai 90 secondi, che raccontino, o siano ispirati al Natale.

Il gioco vuole stimolare la creatività per affrontare tematiche urgenti e condivise come l’ambiente, il lavoro, l’individuo. È un’indagine ironica e spietata di diverse generazioni che indagano il passato, per vivere il presente e immaginare il futuro.

Sarà possibile partecipare sia da remoto, inviando direttamente i propri reels via mail dall’8 al 20 dicembre, sia prendendo parte a laboratori / gioco che si terranno in giorni e orari stabili.
A Sala Assoli il 26 dicembre, dalle 20:30, saranno proiettati i reels alternati da performances teatrali e musica live.

 

Come spiega il regista Pino Carbone «“Un Canto di Natale” di Progetto Nichel e Casa del Contemporaneo è un’indagine artistica e sociale sul consumismo nella società contemporanea. Ha diverse forme, è un lavoro teatrale composto da due spettacoli che debutteranno a marzo, lavoro coprodotto da CdC, Progetto Nichel e Teatro Sannazaro, è un laboratorio di ricerca che si nutre e si alimenta in luoghi reali e virtuali. Non si può parlare di consumismo senza approfondire il linguaggio mediatico e le nuove forme di comunicazione. L’unione tra i reels e l’arte scenica è l’esperimento che “La Notte di un Canto di Natale” vuole portare avanti.  Il tentativo è quello di coinvolgere anche generazioni il cui linguaggio espressivo è prettamente virtuale, le cui piazze sono i social, i cui riferimenti sono contenuti nel web.  L’atto artistico può e deve creare connessioni tra i linguaggi, spetta alla creatività mediare tra mondi apparentemente distanti».

 

L’iniziativa è realizzata con il contributo del Comune di Napoli nell’ambito del progetto “Altri Natali”.

 

Per maggiori informazioni, ricevere la call per partecipare e prenotarsi, è possibile scrivere alla mail

lanottediuncantodinatale@casadelcontemporaneo.it

Giorni e orari per partecipare al gioco in presenza

 

Tutoraggio reel per bambini e famiglie

domenica 18 dicembre, alle 15:30 e alle 18:30, Teatro Karol – 081 18247921 (anche whatsApp)

 

 

lunedì 19 dicembre, alle 9:30 e alle 12:30, al Teatro dei Piccoli – 333 3542754 (anche whatsApp)

mail teatro@lenuvole.com

Tutoraggio reel per giovani e adulti

giovedì 8 e 9 dicembre ore 10 a Sala Assoli

sabato 10 dicembre ore 18:30 presentazione Libreria UBIK (ingresso libero senza prenotazione)

lunedì 19 dicembre ore 19 Sala Assoli

info 345 467 9142 (solo whatsapp) – info@casadelcontemporaneo.it

 

La partecipazione è gratuita. Per info: https://www.casadelcontemporaneo.it/event-pro/call-la-notte-di-un-canto-di-natale/

Non saranno presi in considerazione video che incitano all’odio, alla discriminazione e alla violenza per motivi razziali, etnici, nazionali, di genere o religiosi.

I video non possono essere pubblicati prima della proiezione che avverrà giorno 26 dicembre, pena l’esclusione.

 

 

CALL – Verso La Notte di un Canto di Natale

 

“La Notte di Un Canto di Natale” è una notte di veglia. É un gioco collettivo. Una notte all’insegna della nascita in quanto creazione artistica.

Casa del Contemporaneo e Progetto Nichel sono felici di invitarvi a partecipare al gioco, costruendo insieme questa notte di festa che si terrà il 26 dicembre dalle 20,30 fino all’alba in Sala Assoli.

 

L’iniziativa è realizzata con il contributo del Comune di Napoli nell’ambito del progetto “Altri Natali”.

 

Il gioco collettivo

Sappiamo raccontare qualcosa in soli 90 secondi?

Siamo abituati allo smartphone, ai reels come forma di intrattenimento, ma se diventasse una forma d’espressione artistica?  Se non fossimo semplicemente fruitori ma creatori? E se la nostra creazione poi venisse proiettata davanti a un pubblico, in teatro, insieme alla creazione di tutti quelli che hanno scelto di mettersi in gioco?  È un contest in cui non ci sono vincitori ma incontri e condivisioni. Si può giocare da soli, o in squadra, basta realizzare con il proprio smartphone dei reels, che raccontino, o siano ispirati al Natale.

Il gioco vuole stimolare la creatività per affrontare tematiche urgenti e condivise. Sentiamo la necessità di porci delle domande sulla società che ci circonda, e vogliamo farlo insieme, senza limiti d’età, in un linguaggio multiforme, che offra nuovi spunti di discussione, ispirazione e dibattito. Punti

di vista da condividere in una grande festa di idee messe a confronto.  Un gioco per bambini, ragazzi, adulti, famiglie, studenti, lavoratori, di ogni provenienza, lingua, nazionalità.

 

Le regole

Ogni partecipante/squadra dovrà girare un reel scegliendo tra queste tematiche: Natale Passato, Natale Presente, Natale Futuro.

Ad ogni tema è legato un oggetto da procurarsi e utilizzare all’interno del video.

Natale Passato

Oggetto: Insalata confezionata in busta.

Ispirazione di partenza: l’ambiente, il riscaldamento globale, la cura del mondo che ci circonda.

Natale Presente

Oggetto: Spremiagrumi

Ispirazione di partenza: il lavoro, il precariato.  Cosa vuoi o cosa volevi fare da grande?

Natale Futuro

Oggetto: Formine per il ghiaccio

Ispirazione di partenza: l’individuo, la personalità, l’omologazione, questo strano senso di solitudine di fondo.

 

Le regole per bambini

Ogni partecipante/squadra dovrà girare un reel scegliendo tra queste tematiche: Natale Passato, Natale Presente, Natale Futuro.

Ad ogni tema è legato un oggetto da procurarsi e utilizzare all’interno del video.

Natale Passato

Oggetto: Insalata confezionata in busta.

Ispirazione di partenza: l’ambiente. La cura del mondo che ci circonda.

Natale Presente

Oggetto: Spremiagrumi

Ispirazione di partenza: il lavoro.  Quanta pressione senti? Quanta pressione dai?

Natale Futuro

Oggetto: Formine per il ghiaccio

Ispirazione di partenza: l’individuo. Ogni persona è diversa dalle altre, questo è un bene, ma a volte può far sentire soli.  Se oggi sono uguale ma diverso, se sono acqua e divento ghiaccio sono uguale ma sono diverso.

 

Non saranno presi in considerazione video che incitano all’odio, alla discriminazione e alla violenza per motivi razziali, etnici, nazionali, di genere o religiosi.

I video non possono essere pubblicati prima della proiezione che avverrà giorno 26 dicembre, pena l’esclusione.

 

Modalità

Potete partecipare attraverso due modalità: da remoto o in presenza.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Partecipazione è gratuita, ogni partecipante dovrà obbligatoriamente compilare e firmare la liberatoria per le immagini.

 

Da remoto: Potrete partecipare al gioco, girando in totale autonomia il vostro reel, basta seguire le linee guida e inviarlo entro il 20 dicembre alla mail:

lanottediuncantodinatale@casadelcontemporaneo.it .

 

In presenza: Per adulti e ragazzi in Sala Assoli nei giorni 8 dicembre dalle 10.00 alle 13.00, 9 dicembre dalle 10.00 alle 13.00, 19 dicembre dalle 19.00 a seguire si svolgeranno degli incontri preliminari al gioco.  Seguiti dai tutor, gli artisti del collettivo Progetto Nichel, i partecipanti potranno elaborare l’ideazione, confrontarsi e dividersi in squadre creative.  Potranno inoltre utilizzare ogni spazio del teatro come set, dal foyer al palco fino ai camerini.

Per prenotarsi scrivere su whatsapp al numero: 366 4906469

In presenza: Per bambini al Teatro Karol di C.mare il 17 dicembre h 15.30/16.30 h 18.30/19.30 e al Teatro dei Piccoli di Napoli, il 18 dicembre h 9.30/10.30 e h 12.30/13.30.  Per un totale di max 15 partecipanti per ogni fascia oraria dell’età di 6/10 anni.  I laboratori saranno tenuti da Giuseppe Coppola e coordinati da Morena Pauro. Durante queste giornate i bambini potranno partecipare al laboratorio di tutoraggio e assistere allo spettacolo “Natale a suon di Hip Hop”.

 La Partecipazione è gratuita, per partecipare i genitori devono firmare una liberatoria video e immagini per i minori, prenotazione obbligatoria per informazioni telefonare: 

Teatro Karol di C.mare al numero 081 18247921 (anche whatsApp).

Teatro dei Piccoli al numero 333 3542754 (anche whatsApp).

Oppure scrivere per entrambi alla mail teatro@lenuvole.com (specificando la città d’interesse)

 

La Notte

La notte del 26 dicembre, è da tradizione, una notte di giochi, di teatro o di cinema, metteremo insieme i linguaggi in una veglia, in Sala Assoli, che ospiterà musicisti come Marco Messina (99 posse), Antonio Maiuri. Performances con la regia di Pino Carbone tratte da “Un canto di Natale- Fantasma” di Progetto Nichel.

Ma i veri protagonisti della serata saranno i partecipanti al gioco, i creatori dei reels, che verranno proiettati, uno dopo l’altro fino all’alba, alternandosi agli interventi di chi ha partecipato all’esperienza, per aprire un dialogo sulle tematiche affrontate e festeggiare la nascita delle creazioni.

Una notte in cui mescoleremo l’arte scenica e i nuovi linguaggi social, le nuove forme d’espressione. Una notte all’insegna dell’incontro tra diverse generazioni nella creazione. Una notte da costruire insieme.

 

Il progetto

 

“La Notte di un canto di Natale” si inserisce all’interno di un progetto più ampio, “Un canto di Natale-processo al consumismo” è un lavoro teatrale composto da due spettacoli che debutteranno contemporaneamente in Sala Assoli e al Teatro Sannazaro nel Marzo 2023. È un lavoro di ricerca e

produzione multimediale. É un laboratorio di formazione teatrale tenutosi al Teatro Ghirelli di Salerno “Con le armi della poesia-P.P.P.” a Novembre 2022. É un’indagine sulla società contemporanea, sui nuovi linguaggi artistici che ha l’esigenza di sviluppare la propria ricerca in diverse forme e luoghi, le scuole, i social, le università, i teatri, gli spazi di aggregazione reali e virtuali. È l’indagine ironica e spietata di diverse generazioni bambini, ragazzi, adulti che indagano il passato per vivere il presente e immaginare il futuro. A cucire le fila del tutto c’è la grande festa di Natale osservata attraverso un classico natalizio come il romanzo di Charles Dickens. Il progetto si ispira alla struttura di un romanzo del 1843 per porsi domande sulla questione ambientale, sul lavoro, sull’individuo di oggi, del 2022.