Ritorma Bula Fest con un fitto cartellone che spazia dall’offerta gastronomica alla musica 

 

 

 

Ritorma Bula Fest con un fitto cartellone che spazia dall’offerta gastronomica alla musica 
Napoli esalta la bufala, il ruminante bovino che per l’80% è allevato in Campania, specificamente nel Casertano e nel territorio di Battipagia-Capaccio Paestum. L’esalta con un grande villaggio sul Lungomare più suggestivo del Golfo di Napoli con l’obiettivo di esaltare il concetto di Sostenibilità, tema di questa edizione, e le peculiarità della filiera bufalina, legata al successo nel mondo della mozzarella ma che può dare di più, con il sapore e le proprietà della sua carne magra e poco calorica.  E’ “Bufala Fest-non solo mozzarella”,  la kermesse che dal  9 al 17 luglio torna sul Lungomare più bello del modo, offrendo al grande pubblico stand di food con un’offerta gastronomica che va dalla mozzarella alla  carne di bufala, in tutte le sue declinazioni, pizze, dolci e tanto altro, il tutto realizzato esclusivamente con prodotti della filiera bufalina.  Ma l’offerta non sarà solo di gusto: Bufala Fest offrirà anche un ampio cartellone di spettacoli con musica e comicità, gli show cooking dei grandi chef e diversi talk tematici con operatori, esperti e rappresentanti delle istituzioni.  “Bufala Fest – non solo mozzarella” è organizzato dalla Diciassette Eventi, in collaborazione con il Consorzio di Tutela della Mozzarella di fala Campana Dop ed il patrocinio di Regione Campania e Comune di Napoli.
Gli Organizzatori
“Ai visitatori, oltre ad una varietà di proposte enogastronomiche di qualità -affermano Antonio Rea e Francesco Sorrentino, organizzatori di Bufala Fest- offriremo un ampio e ricco calendario di eventi, tutti gratuiti e aperti ad un  pubblico di ogni fascia di età. Un cartellone pensato per coinvolgere le famiglie,  offrendo un programma con diverse iniziative artistiche, culturali, ludiche e ricreative. Ogni giornata vissuta nel Bufala Village sarà ricca di appuntamenti imperdibili, tutti organizzati pensando al cibo come espressione culturale e agli eventi come il ritorno alla condivisione e alla spensieratezza. All’interno di un villaggio dal concept sempre più accattivante e unico nel suo genere, l’obiettivo principale sarà quello di esaltare il concetto di sostenibilità, tema caratterizzante della nuova edizione, sotto tutti i punti di vista”.
Il Tema: la Sostenibilità
Il tema della sesta edizione di Bufala Fest sarà la Sostenibilità, un concetto che deve essere perseguito attraverso un percorso lungo e costante. Il consumatore ormai è in costante evoluzione, attento ai cambiamenti sociali, tecnologici, economici e alimentari. Pertanto, in questi anni di allargamento della cultura di condivisione delle responsabilità si è diffusa una forte attenzione ai temi della sostenibilità. Il Bufala Village 2022, grazie alla sensibilità di partner e sponsor attratti dal tema scelto per questa edizione,  sarà caratterizzato da un concept coinvolgente con l’obiettivo di promuovere un’idea di  sviluppo sostenibile, in grado di soddisfare i bisogni del presente senza compromettere le generazioni future. La sostenibilità di filiera è oggi uno degli argomenti che riscuotono maggior interesse, una Filiera sostenibile è indice di qualità, di benessere, di economie di scala.
Arena del Gusto
Ritorna il Contest “I Sapori della Filiera” che coinvolgerà centinaia di operatori del comparto food tra chef, pizzaioli e pasticceri, che si contenderanno lo scettro di migliore, proponendo ricette esclusive, rigorosamente a base di prodotti della filiera bufalina. Le avvincenti competizioni si svolgeranno in un’area dedicata, una vera e propria “Arena del Gusto” allestita sempre sul Lungomare di Napoli, all’altezza della Rotonda Diaz, che sarà anche  una vetrina di prestigio per le tipicità enogastronomiche delle varie filiere coinvolte. L’Arena del Gusto ospiterà anche  gli Show Cooking di importanti Chef che interagiranno con il pubblico presente all’evento.
Gusto ed Eccellenza con la Scuola Dolce & Salato
Un grande salto di qualità compiuto da Bufala Fest 2022 è senza dubbio la partnership con la Scuola di Cucina “Dolce & Salato” che, sotto la guida esperta di due autorevoli Chef come Giuseppe Daddio e Aniello di Caprio, rispettivamente di cucina e pasticceria, coordinerà tutte le attività di degustazione del Bufala Village e si occuperà dell’organizzazione, in ogni minimo dettaglio, del Miramare Exclusive.
La filiera delle culture: Il Giardino delle Idee
Altra grande novità di Bufala Fest 2022 è la partnership con l’Associazione  culturale “Il Giardino delle Idee”, grazie alla quale la kermesse continuerà ad essere anche “conoscenza” ed in un’area dedicata del Bufala Villagge promuoverà e valorizzerà l’intera filiera bufalina, coinvolgendo giornalisti, esperti ed operatori del settore, anche di profilo internazionale. Una serie di talk tematici, coordinati dal Marketing Manager Vincenzo La Croce, organizzati per contribuire alla sensibilizzazione sulle potenzialità della filiera bufalina  che potrebbe far ulteriormente crescere l’indotto economico, con ricadute importanti sul territorio. Saranno affrontati i vari aspetti della sostenibilità: quella dell’allevamento, intesa come la creazione delle condizioni migliori per la tenuta dell’animale; dell’agricoltura, con attività di ricerca legate all’alimentazione per gli animali; dell’ambiente, confrontandosi, in particolare, sugli aspetti degli scarti che possono trasformarsi da potenzialmente inquinanti in risorsa; dell’economia, con testimonianze di economia circolare di filiera.
Eduardo Cagnazzi