Ritorna in scena al Teatro San Ferdinando dove debuttò nel 2020 Tavola tavola, chiodo chiodo…

 

comunicato stampa

 

Forte di uno straordinario successo

raccolto in due anni di tournée nei maggiori teatri italiani

da giovedì 1 a domenica 11 dicembre

ritorna in scena al Teatro San Ferdinando dove debuttò nel 2020

Tavola tavola, chiodo chiodo…

lo spettacolo diretto e interpretato da Lino Musella

tratto da appunti, corrispondenze e carteggi di Eduardo De Filippo

che gli è valso il premio Migliore Attore Le Maschere del Teatro 2022

 

Torna in scena – dopo il grande successo registrato fin dal debutto e nei maggiori teatri italiani – Tavola tavola, chiodo chiodo… uno spettacolo di e con Lino Musella, talento tra i più apprezzati della nostra scena, vincitore del Premio Ubu 2019 come migliore attore.

 

Lo spettacolo sarà in scena al Teatro San Ferdinando – dove debuttò il 22 ottobre del 2020 – da giovedì 1 a domenica 11 dicembre.

Una ripresa per uno degli spettacoli più apprezzati e visti delle ultime Stagioni per il quale Lino Musella ha vinto il Premio Migliore Attore Le Maschere del Teatro 2022.

Musiche dal vivo Marco Vidino;   scene Paola Castrignanò; disegno luci Pietro Sperduti; suono Marco D’Ambrosio; ricerca storica Maria Procino; collaborazione alla drammaturgia Antonio Piccolo; costumi Sara Marino; foto di scena Mario Spada.

Una produzione ELLEDIEFFE e Teatro di Napoli-Teatro Nazionale.

Tavola tavola, chiodo chiodo… nasce da riflessioni di Musella sul mondo dello spettacolo e le sue sorti nei mesi bui della “pandemia”. «In quel periodo mi capitò – scrive Musella  nelle sue note – di rifugiarmi nelle parole dei grandi: poeti, scrittori, drammaturghi, filosofi, per cercare conforto, ispirazione o addirittura per trovare, in quelle stesse parole scritte in passato, risposte a un presente che oggi possiamo definire senza dubbio più presente che mai; nacque così in me il desiderio di riscoprire l’Eduardo capocomico e mano mano ne venne fuori un ritratto d’artista non solo legato al talento e alla bellezza delle sue opere, ma piuttosto alle sue battaglie donchisciottesche condotte instancabilmente tra poche vittorie e molti fallimenti».

 

«Tavola tavola, chiodo chiodo – continua Musella – sono le parole incise su una lapide del palcoscenico del San Ferdinando, lapide che Eduardo erige a Peppino Mercurio, il suo macchinista per una vita, che tavola dopo tavola, appunto, era stato il costruttore di quello stesso palcoscenico, distrutto dai bombardamenti nel ‘43…Questo grande artista è costantemente impegnato a ‘fare muro’ per smuovere la politica e le Istituzioni e ne esce spesso perdente, in parte proprio come noi in questo tempo, ma anche da lontano non smette mai di alzare la sua flebile, roboante voce e mi piace pensare che lo faccia proprio per noi».

 

TAVOLA TAVOLA, CHIODO CHIODO…
un progetto di Lino Musella e Tommaso De Filippo
tratto da appunti, articoli, corrispondenze e carteggi di Eduardo De Filippo
durata: 1 ora e 40 minuti senza intervallo

 

Info www.teatrodinapoli.it