SCAMPIA : INIZIATO L’ABBATTIMENTO DELLA VELA VERDE.

Finalmente, dopo molti anni, l’ier di abbattimento delle ultime ” Vele “é iniziato stamani con l’inizio dell’abbattimento della ” Vela Ver5de ” a Scampia.
Soddisfazione ed emozione di tutti i residenti e di tutte le Associazioni che da anni combattono per eliminare questo degrado costituto da queste costruzioni che furono ideate per dare un colpo d’occhio per quanti l’ammirassero, ma che in definitiva sono state abbandonate a se stesse senza opere di manutenzioni..
“Oggi, afferma il Sindaco di Napoli, Luigi De Magistria, é una  giornata storica per Napoli. Inizia a cadere, sotto i colpi delle ruspe che ci piacciono, la Vela verde a Scampia. Il progetto, interamente finanziato, che porta la firma del  Comitato Vele, dell’Università di Napoli e del Sindaco, prevede l’abbattimento di tutte le Vele, tranne una che verrà ristrutturata e diverrà sede di uffici pubblici. In contemporanea è partito il progetto di riqualificazione con strade, asili nido, scuole ed impianti sportivi. Gli abitanti della V ela verde sono stati sistemati dalla nostra amministrazione in alloggi dignitosi e nei cantieri sono stati assunti disoccupati del territorio, grazie alla delibera di giunta comunale sulle clausole sociali. Oggi è una vittoria soprattutto degli abitanti delle Vele che non hanno mai mollato, hanno lottato con forza e dignità, anche contro la falsa narrazione Vele=Gomorra, Scampia=Camorra. Hanno dato una lezione di umanità e dignità. Noi abbiamo lottato insieme a loro ed abbiamo prodotto fatti ed atti amministrativi. Incontri, conflitti, gioie, dolori, speranze, delusioni, vittorie. Sempre con rispetto reciproco. Insieme, con unità e fratellanza. Oggi le parole, però , rischiano di essere inadeguate, oggi parlano sguardi, occhi, carezze, abbracci e lacrime di commozione. Dedico questo giorno di gioia a Vittorio Passeggio, leader storico del Comitato Vele, l’uomo con il megafono, che per primo mi fece entrare nelle Vele nel marzo del 2011. Oggi ha vinto la Napoli che non molla, la Città del coraggio, la Napoli della fratellanza e dell’umanità. Non è un traguardo finale, è però un traguardo storico! Oggi un solo grido: W Scampia, W Napoli! ” 
ALBERTO  ALOVISI