Si presenta RETURN- multi-Risk sciEnce for resilienT commUnities undeR a changiNg climate, il Partenariato Esteso che vuole rafforzare le filiere della ricerca

 

Si presenta RETURN- multi-Risk sciEnce for resilienT commUnities undeR a changiNg climate, il Partenariato Esteso che vuole rafforzare le filiere della ricerca sui rischi ambientali, naturali e antropici a livello nazionale e promuovere la loro partecipazione alle catene del valore strategiche europee globali.

L’appuntamento è per giovedì 1° dicembre 2022, alle 9, presso la Chiesa dei Santi Marcellino e Festo dell’Università degli Studi di Napoli Federico II.

Un progetto dalle grandi ambizioni che vede compatti 26 partner, tra cui 12 Università, 5 Enti di ricerca e Centri di Competenza, 6 privati, 2 Enti territoriali e il Dipartimento di Protezione Civile.

Sarà Matteo Lorito, Rettore dell’Ateneo federiciano, capofila del Partenariato, a dare inizio ai lavori, insieme a Fabrizio Cobis, della Direzione generale per il coordinamento e lo sviluppo della ricerca MUR.

A presentare RETURN saranno i referenti Domenico Calcaterra e Andrea Prota, professori della Federico II, e i referenti degli otto spoke in cui si articola il partenariato.

I Partner coinvolti: 26, di cui 12 Università (Napoli Federico II, Alma Mater Studiorum Bologna, Bari, Cagliari, Enna Kore, Firenze, Genova, Padova, Palermo, Politecnico di Milano, Politecnico di Torino, Roma Sapienza), 5 Enti di ricerca e Centri di Competenza (OGS, CIMA, ENEA, Eurac Research, Fondazione Ca’ Foscari), 6 privati (FS Holding, Almaviva, Engineering, Generali Assicurazioni, IREN, ENI Rewind), 2 Enti territoriali (Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino meridionale, ARPAE Emilia-Romagna), Dipartimento di Protezione Civile