Su Google Maps le imprese campane si cercano, si trovano e si esplorano

Su Google Maps le imprese campane si cercano, si trovano e si esplorano

 

7 semplici passaggi per far conoscere la propria attività grazie a Google Maps e Google My Business

 

Quest’anno la vacanza è targata Bel Paese, dicono (anche) le ricerche degli italiani su Google: con Sardegna, Sicilia e Puglia sul podio delle mete vacanza di tendenza, seguite dalle montagne della Lombardia, Liguria, Trentino, Campania, Toscana, Umbria e Friuli.  Tendenze significative, soprattutto se si pensa alle possibilità per la ripresa del turismo e alle migliaia di piccole e medie imprese che, dopo mesi di lockdown, possono auspicabilmente riprendere la proprie attività.

 

Per tutte queste imprese la parola d’ordine sarà una: farsi trovare, possibilmente su uno smartphone.  Si, perchè oggi quando si viaggia e si cerca qualcosa, la prima cosa che facciamo è aprire Google Maps. E così, a portata di dita, non solo appare sulla mappa il ristorante ideale per una cena nel fine settimana, l’ufficio postale più vicino, o l’indirizzo del nuovo negozio di alimentari: su Google Maps si cerca e si trovano luoghi, insieme a dettagli, informazioni, recensioni. Che si tratti di un negozio di gioielli artigianali, di una libreria, di un salone di bellezza, sulla mappa c’è spazio per tutti.

 

Se siete una piccola o media impresa, è arrivato il momento di farti trovare su Google Maps, gratuitamente e con pochi, semplici accorgimenti che ogni attività può compiere fin da subito.

 

  1. Aggiungere la propria attività su Google. Per prima cosa è necessario visitare Google My Business su https://www.google.com/business/ e cliccare su “Gestisci ora” per inserire le informazioni relative alla propria attività, che si aggiornerà automaticamente su Google Maps. Una volta registrati, i clienti, attuali e futuri, inizieranno a trovare l’attività su Google.

  2. Mantenere aggiornato il profilo dell’attività. Informazioni come indirizzo, area coperta dal servizio, numero di telefono e sito web sono fondamentali e devono sempre essere aggiornate.

  3. Aggiungere gli orari di apertura e immagini: raccontano di più sull’attività e i prodotti venduti.

  4. Personalizzare la descrizione della propria attività. È importante mostrare ai potenziali clienti l’unicità dei prodotti o dei servizi che si offrono. E per spiccare sulla concorrenza, aggiungete una foto di copertina bloccando l’immagine preferita nella parte superiore del profilo.

  5. Incoraggiare gli utenti a lasciare recensioni. E quando lo fanno, ringraziarli e chiedere ulteriori riscontri sulla propria esperienza: infatti, due clienti su tre affermano che le recensioni positive costituiscono un fattore importante nella scelta di un’azienda o di un negozio da cui acquistare.

  6. Utilizzare la funzione di prenotazione: permetterà ai clienti di prenotare un appuntamento o un servizio direttamente da Google Maps.

  7. Aggiungere Domande e risposte: e le domande più frequenti dei clienti avranno subito un riscontro!

 

Google per le imprese: a questo link, maggiori informazioni sull’impegno di Google a supporto delle imprese italiane, con i dettagli sul recente investimento in Italia di oltre 900 milioni di dollari per accelerare la trasformazione digitale


www.communitygroup.it
Milano  |  Treviso  |  Roma