View this email in your browser Videomessaggio del Segretario Generale per la Giornata Mondiale della Libertà di Stampa 

 

View this email in your browser
Videomessaggio del Segretario Generale per la
Giornata Mondiale della Libertà di Stampa 

3 maggio 2021
(Video sottotitolato in italiano)

Giornalismo come Bene Pubblico: 30 Anni dalla Dichiarazione di Windhoek

Le sfide globali fronteggiate durante la pandemia del COVID-19 evidenziano il ruolo critico che svolge un’informazione che sia affidabile, verificata e universalmente accessibile per salvare vite e dare vita a società più forti e resilienti.

Nel corso della pandemia e in altre crisi, tra cui quella climatica, giornalisti e media ci hanno aiutato ad attraversare un paesaggio di informazioni mutevoli e spesso soverchianti, contrastando inoltre inaccuratezze e falsità.

In troppi Paesi, essi continuano a correre grandi rischi personali, tra cui nuove restrizioni, censura, abusi, molestie, detenzione e perfino morte, semplicemente perché stanno facendo il proprio lavoro. Una situazione che continua a peggiorare.

L’impatto economico della pandemia ha colpito molte testate duramente, minacciandone l’esistenza stessa.

Diminuiscono i bilanci, con un effetto diretto sull’informazione affidabile. Così, voci, false notizie, opinioni estreme o divisive si fanno strada per colmare il vuoto informativo.

Sollecito pertanto tutti i governi a fare quanto sia nelle loro prerogative a sostegno di media liberi, indipendenti e diversi.

Un giornalismo libero e indipendente rappresenta il nostro più grande alleato nella lotta alla disinformazione e alle false notizie.

Il Piano d’azione delle Nazioni Unite sulla sicurezza dei giornalisti mira a creare un ambiente sicuro per gli operatori dei media in tutto il mondo – perché l’informazione è un bene pubblico.

In questa Giornata commemoriamo il 30esimo anniversario della Dichiarazione di Windhoek per lo sviluppo di una stampa africana libera, indipendente e pluralistica. Malgrado i radicali cambiamenti sperimentati dai media nel corso degli ultimi tre decenni, la pressante richiesta di una stampa libera e di un libero accesso all’informazione contenute nella Dichiarazione restano più attuali che mai.

Riflettiamo dunque sul suo messaggio, rinnovando i nostri sforzi per tutelare la libertà dei media, affinché l’informazione rimanga un essenziale bene pubblico per tutti.

*******************************